50 bimbi Rom scrivono ad Appendino “Scuolabus non passa, vogliamo andare a scuola!” – Ecco la risposta del Comune

CONDIVIDI

La lettera inviata dall’associazione “A.i.z.o. rom e sinti“, che raccoglie la voce di circa 50 bambini del campo rom di Strada dell’Aeroporto di Torino, che da una settimana non possono recarsi a scuola perché privi del normale servizio di scuola bus ha auto la risposta da parte del Comune di torino.
La lettera era rivolta direttamente a Chiara Appendino:

. “Lo scuolabus non viene più, Come mai? Noi vogliamo andare a scuola. Ci puoi aiutare?”, hanno scritto i piccoli alla prima cittadina.
In seguito l’associazione Aizo ha diffuso un’ulteriore nota in cui, dopo richiesta di chiarimenti, ha ricevuto questo messaggio: “ci è stato detto che l’autista è ammalato e la ditta non è riuscita a trovare un sostituto. Questo, però, è il sesto giorno senza scuolabus. Gira voce che gli autisti non vengono pagati in tempo. Ricordiamo che, oltre un dovere, la scuola è prima di tutto un diritto”.

A poche ore di distanza è stata diffusa la risposta da parte del Comune di Torino che ha spiegato che dopo i contenziosi con la ditta Tundo che ha causato diversi disagi ai trasporti , alcune linee, fra le quali anche quella che trasporta a a scuola i bimbi del campo rom, saranno affidate presto ad altri trasportatori: l’obiettivo è ripristinare le linee nell’arco della prossima settimana.

“Il servizio di scuolabus offerto dalla Città di Torino sta subendo le conseguenze del contenzioso con la ditta di trasporti Tundo – spiegano da Palazzo Civico in una nota –  “Contenzioso che ha costretto il Comune a ricorrere, l’11 settembre scorso, all’art.30 del Codice dei contratti che prevede, in caso di inadempienza da parte della ditta appaltante, la presa in carico da parte dell’Amministrazione utilizzando i fondi impegnati per il servizio. I pagamenti agli autisti senza stipendio da diversi mesi potranno partire, da parte della Città, tra due settimane”.

Quindi, la situazione che riguarda i bimbi rom:
“La linea che trasporta i 49 bimbi rom del campo di strada Aeroporto è una delle 20 linee, sulle 50 gestite ogni giorno, che saranno presto affidate ad altri trasportatori tramite un bando, con l’obiettivo di rimetterle in funzione nell’arco della prossima settimana. Alcune tratte infatti vengono esercitate a singhiozzo per mancanza di autisti, creando disservizi e disagi per i bambini che usufruiscono del servizio.

Ogni giorno circa 80 bambini subiscono le conseguenze del disservizio. Consapevoli dei disagi, ci auguriamo che con il subentro delle nuove ditte si possa tornare alla normalità”, ha affermato l’assessora all’Istruzione, Federica Patti.

Leggi anche

15/11/2018

Torino, prima città ‘Drone-sorvegliata’ in Italia – Monitoraggio capillare per aumentare la sicurezza

La questione sicurezza è sempre di primaria importanza a Torino. In alcuni quartieri, presi d’assalto da […]

leggi tutto...

15/11/2018

Temperature in picchiata nel week-end. 10 gradi in meno nel basso Torinese e nel Cuneese

Le correnti fredde stanno per entrare in Piemonte: l’aria invernale ormai è alle porte e dopo […]

leggi tutto...

15/11/2018

Inchiodato il piromane degli autobus – “Non mi facevano salire senza biglietto”

Al termine dell’interrogatorio di stamattina condotto dai carabinieri di Venaria, il 50enne sospettato di aver appicato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy