A Capodanno il picco del caldo, in provincia di Torino è alta l’emergenza valanghe

30/12/2019

CONDIVIDI

Zero termico è previsto a 3 mila metri il 31 dicembre e 1 gennaio

Sarà un Capodanno all’insegna del bel tempo con alte temperature in montagna, nei punti esposti a Sud mentre, ma per effetto del fenomeno dell’ “inversione”, in pianura si potrebbe anche non avvertire l’ondata di caldo anomalo che investirà il Nord Ovest, in particolare il 31 dicembre e l’1 gennaio 2020.
L’Alta Pressione raggiungerà i suoi valori massimi in Europa occidentale e, in queste ore, si allungherà in parte verso il nostro arco Alpino.

Lo zero termico è previsto a 3 mila metri il 31 dicembre e 1 gennaio, con 10 gradi di giorno a 1500 metri, secondo la Società meteorologica Italiana.

Resta alto il rischio valanghe.

Sulle Alpi piemontesi della provincia di Torino è a livello 2, secondo i dati riportati da l’Aineva, l’ente che monitora il rischio valanghe.

Il pericolo sale a livello 3 per le zone della Valle d’Aosta occidentale, per l’Ossola,  le Dolomiti e l’Alto Adige.

Alte temperature per il periodo si manterranno anche nei prossimi giorni (il 2019 è stato l’anno piu’ caldo degli ultimi 5).
Per un ritorno delle temperature nella media stagionale, dopo un periodo di stabilità, dovremo attendere l’Epifania.

Leggi anche
Investe un poliziotto

Torino

/

17/01/2020

Investe un poliziotto nella folle fuga in centro città

Investe un poliziotto nella folle fuga nella notte: dopo un pericolo inseguimento da film è stato […]

leggi tutto...
Dopo 7 anni

Torino

/

17/01/2020

Dopo 7 anni ha un’identità lo scheletro trovato nei boschi

Dopo 7 anni le ossa umane che erano state ritrovate nel Torinese, hanno un’identità: sono i […]

leggi tutto...
Ritrovato un pitone

Torino

/

17/01/2020

Ritrovato un pitone di due metri dentro un sacchetto

Ritrovato un pitone alle porte di Torino, alla periferia di Collegno. Ritrovato un pitone era lungo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy