A Collegno l’Università che forma i futuri insegnanti – Importanti ricadute economiche per la città

CONDIVIDI

E’ attivo da oggi, martedì 16 ottobre, il corso di laurea che arricchisce Collegno di un’importante offerta culturale.

Importante il corso di laurea, importante l’obiettivo che si pone, ossia formare nuovi insegnanti, e importantissima anche la sede che ospita le lezioni: la Certosa Reale di Collegno.

Al via da oggi dunque il corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria, pronta ad accogliere alla Certosa Reale 250 matricole.
Alla cerimonia inaugurale di ieri hanno partecipato Gianmaria Ajani, rettore dell’Università di Torino, Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte; il sindaco di Collegno Francesco Casciano e il direttore dell’Asl To3 Flavio Boraso.

L’apertura della nuova nuova sede universitaria a Collegno contiene numerosi elementi positivi: è una nuova offerta culturale per il territorio, ha agevolato la ristrutturazione di una struttura di rilevante valore storico come la Certosa Reale e avrà, secondo le previsioni, importanti ricadute economiche sul territorio, anche per il mercato immobiliare e i piccoli imprenditori locali, richiamando in città alcune centinaia di studenti nel corso degli anni a venire.

In quest’ottica è previsto il recupero di alcuni padiglioni appartenenti all’ex manicomio che accoglieranno i numerosi studenti che, si prevede, saranno spinti a spostarsi a Collegno per iscriversi al nuovo corso di laurea.

Leggi anche

14/11/2018

La crisi Pernigotti e la morte del Made in Italy – “La Regione valuta l’acquisto del marchio”

Anche la Regione Piemonte è in campo nella battaglia per salvare la Pernigotti di Novi Ligure: […]

leggi tutto...

14/11/2018

Geometra ucciso a colpi di arma da fuoco dal Novantenne – La raccolta fondi per la famiglia continua

Il tragico episodio è avvenuto la mattina di venerdì 9 novembre 2018, quando Marco Massano, geometra […]

leggi tutto...

14/11/2018

Tav, M5S all’attacco – “Pd e Forza Italia uniti, dicano come prenderanno i soldi dei piemontesi”

Dopo la proposta del consiglio regionale del Piemonte che, nel caso in cui il Governo volesse […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy