Anno fondazione di Torino – Uno studio di archeologia e astronomia calcola il giorno esatto: “Fu 2028 anni fa”

30/01/2019

CONDIVIDI

"Una data che coincide con una ricorrenza particolarmente cara a Ottaviano Augusto"

Il giorno della fondazione della colonia romana Iulia Augusta Taurinorum restava fino ad oggi sconosciuta, non riportata in alcuno testo storico. Nessuno infatti si prese la briga di fissare la dta storica della nascita di una piccola colonia romana destnata a diventare un giorno capitale d’Italia.

C’è voluto uno studio congiunto e multidisciplinare di archeologia e astronomia per risalire ad una data precisa. E i risultati sono stati presentati pochi giorni fa a Palazzo Madama.

E così, grazie al lavoro di Inaf, Osservatorio Astrofisico di Torino e del Centro studi archeologici Heracles, è stato stabilito che la nascita della colonia romana Iulia Augusta Taurinorum avvenne il 30 gennaio del 9 a.C, vale a dire 2028 anni fa, giorno in cui un augure più un alto magistrato inviato da Roma e un sacerdote che non poteva mancare fondarono la città.

Mariateresa Crosta, ricercatrice dell’Inaf, di Torino ha spiegato sulla pagina dell’Istituto media.inaf.it come è stato possibile determinare questa data.

«Il punto di partenza – ha dichiarato – “è stata la misura con un Gps di precisione a multifrequenza dell’azimut di via Garibaldi, che coincide con l’antico decumano come gli scavi archeologici dimostrano”.

Quindi dopo una serie decisamente elaborata di calcoli che si possono consultare sulla citata pagona “si sono ottenuti puntualmente come giorni il 30 gennaio o l’11/12 novembre, per il moto apparente del Sole alla latitudine di Torino“.

La scelta è ricaduta quindi sul 30 gennaio, in seguito all’interpretazione storica e archeologica:

“Quella data – ha spiegato la ricercatrice – “coincide infatti con una ricorrenza particolarmente cara a Ottaviano Augusto, vale a dire la festa della Pace istituita nel 13 a.C. dopo la conclusione delle sanguinose guerre alpine. Il nostro programma che ha fatto uso di un Sole Vero – il moto apparente del Sole che tiene conto della seconda legge di Keplero e dell’inclinazione dell’equatore rispetto all’eclittica con tutte le possibili oscillazioni/variazioni dovute alle perturbazioni gravitazionali del Sole, Luna e altri pianeti, nonché all’irregolarità della rotazione terrestre (variazioni accidentali, secolari e stagionali) – ha permesso di circoscrivere con più precisione l’anno di fondazione, che è risultato il 9 a.C.: una data molto cara ad Augusto e coincidente con la prima celebrazione della festa presso l’Ara Pacis a Roma in Campo Marzio”.

Quindi una curiosità : “il punto di levata del Sole sulla collina è situato proprio ai piedi dell’attuale Osservatorio astrofisico di Torino!”
La storia della piccola colonia che divenne a distanza di secoli Capitale d’Italia si arricchisce dunque di un nuovo fondamentale capitolo che ha unito con risultati brillanti l’astrofisica all’archeologia.

Leggi anche

22/03/2019

Ancora roghi e devastazione – Brucia una riserva naturale, fiamme alte dieci metri

E’ ancora emergenza incendi in queste ore: fiamme alte una decina di metri stanno distruggendo la […]

leggi tutto...

22/03/2019

Valore immobili a Torino– Crolla prezzo case a Madonna di Campagna e Lucento. Male anche San Salvario

Nel 2018 è aumentato il numero del le zone con differenze in termini di valori percentuale […]

leggi tutto...

22/03/2019

Allarme siccità nei campi – In grave crisi grano, orzo e foraggio

La lunga assenza di piogge è ormai un incubo per i campi piemontesi. L’allarme siccità continua: […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy