Arsenale di armi rubate scoperto in campo nomadi del Torinese “Una presenza allarmante”

06/10/2018

CONDIVIDI

"Spesso la 'Ndrangheta lascia le armi in custodia a soggetti di etnia sinti" - ha dichiarato il questore di Torino

Un vero e proprio arsenale di armi, tutte rubate, è stato scoperto dalla Polizia all’interno di un capanno nel campo nomadi di via Cascine Forneris, a Ivrea.

L’arsenale era nascosto al primo piano della struttura. Sono stati trovati dagli agenti tre fucili a pompa, due pistole, di cui una semiautomatica e una a tamburo e un fucile da caccia con munizioni.

Nel corso dei controlli la Polizia ha sequestrato inoltre due auto con motori truccati e altro materiale rubato: due mountain bike, due chitarre elettriche e anche una valigetta medica contenente alcuni apparecchi elettronici, del valore di circa diecimila euro.

Non ha nascosto la sua preoccupazione il questore di Torino Francesco Messina, dopo la scoperta degli agenti:
“La presenza di armi di questo tipo è preoccupante: sono tutte rubate – ha dichiarato all’Ansa il questore, che ha aggiunto: “Le indagini proseguono per risalire alla provenienza e per capire se sono state utilizzate per commettere reati. Spesso – aggiunge – le cosche di ‘Ndrangheta lasciano le armi in custodia a soggetti di etnia sinti”.

Leggi anche

21/02/2019

“Volevamo rubare la bandiera del Torino” E’ finisce a sassate fra ultrà granata e dell’Inter

“Volevamo rubare la bandiera granata”.  Sono queste le parole di un tifoso nerazzurro, fermato dalla polizia […]

leggi tutto...

21/02/2019

Importante intervento di Petrarulo (FdI): “Nessun politico alimenti ciò che sta accadendo contro i politici della nostra città”

Importante intervento del consigliere di Fratelli d’Italia Raffaele Petrarulo: in consiglio di circoscrizione 6 ha sottolineato che […]

leggi tutto...

21/02/2019

Vandalizzata la targa di Madre Teresa: FdI: “Lo Stato riprenda il controllo del quartiere Aurora”

Dopo la nuova manifestazione nel quartiere Borgo Aurora, a Torino, arriva l’accusa di Fratelli d’Italia che […]

leggi tutto...