Caos totale in Consiglio: Torino è Comune No Tav -Tutto il centrosinistra espulso

29/10/2018

CONDIVIDI

Chiamato anche i vigili urbani per allontanare dall'aula gli esponenti del centrosinistra

Momenti di caos estremo in Consiglio comunale a Torino.

Mentre davanti a Palazzo Civico era alta la tensione fra gruppi No Tav e altri faverevoli all’Alta velocità, nell’aula esplodeva la bagarre per un ordine del giorno che ha fatto molto discutere nelle ultime ore.

Intanto Torino è ufficialmente un Comune No Tav: con 23 voti favorevoli e 2 contrari il Consiglio ha infatti approvato l’ordine del giorno M5S che esprime contrarietà alla Tav.
Ora il Comune chiede di sospendere l’opera: il tutto in attesa dei risultati dell’analisi costi/benefici.

Come Giunta comunale siamo assolutamente favorevole a questo atto” ha dichiarato poco dopo Alberto Unia, assessore ai Rapporti col Consiglio e all’Ambiente. “Un atto che in questo momento dice solo che abbiamo bisogno di dati e di sapere se c’è una sostenibilità economica dell’opera“.

Non era presente alla votazione di oggi la sindaca Chiara Appendino, in trasferta istituzionale a Dubai.
Ma nell’aula la tensione è salita alle stelle, quando il presidente della Sala Rossa Fabio Versaci ha espulso in un colpo solo dall’aula tutti gli esponenti del centrosinistra, compresi il capogruppo Stefano Lo Russo e l’ex sindaco Piero Fassino per l’esposizione di cartelli favorevoli alla Tav.
Versaci ha chiamato anche i vigili urbani per allontanare gli esponenti del centrosinistra. “Sono dispiaciuto per quanto accaduto ma ci sono delle regole. Io non ho gradito quello che avete fatto“. – ha commentato alla fine della votazione Fabio Versaci.

Coda di paglia: l’assenza della sindaca è una scelta grave e irresponsabile” – è il commento di Fassino, espulso dall’aula: “Bisogna chiedersi ora cosa proporrà agli investitori visto che la sua linea è dire no a tutti gli investimenti”.

Leggi anche

16/01/2019

Ronaldo regala il Trofeo alla Juventus – I Bianconeri alzano la Supercoppa

Cristiano Ronaldo: non poteva che essere il numero 7 l’uomo decisivo per la conquista del primo […]

leggi tutto...

16/01/2019

Lo Smartphone e i danni alla salute – Tar: “Necessario informare sui rischi”. “Una sentenza rivoluzionaria”

La sentenza del Tar del Lazio è stata definita ‘rivoluzionaria’ dai legali dell’Associazione per la Prevenzione […]

leggi tutto...

16/01/2019

Attendono la droga ai Giardini Madre Teresa, il regno dei pusher – Un arresto

Nuovo arresto in un territorio simbolo della Circoscrizione 7: i Giardini Madre Teresa di Calcutta, da […]

leggi tutto...