Claviere, è scontro – Salvini: “Episodio vomitevole, non accetto scuse da Macron”

CONDIVIDI

Matteo Salvini all’attacco, dopo il tentativo di scuse da parte della Francia sul caso dei migranti ‘scaricati’ da un furgone della Gendarmerie in territorio italiano.

“Non accadrà mai più” è la voce che arriva da Oltralpe. Ma l’episodio di Claviere segnalato dalla Digos e su cui sono state avviate indagini da parte della procura di Torino è molto grave, secondo le parole del Ministro degli Interni. E ora lo scontro con Macron è aperto.

“Un episodio vomitevole” – rincara la dose il vicepremier leghista, “una vergogna internazionale”.

La prefetta della regione francese Hautes-Alpes, Cécile Bigot-Dekeyzer aveva parlato di un errore da parte dei gendarmi, che erano arrivato sul territorio solo da pochi giorni e non conoscevano bene il posto.
Una versione dei fatti che appare poco convincente. Alla risposta della prefetta francese, Salvini ha controreplicato:

Abbandonare degli immigrati in un bosco italiano non può essere considerato un errore o un incidente. Quanto successo a Clavière è un’offesa senza precedenti nei confronti del nostro Paese, e mi chiedo se gli organismi internazionali, a partire dall’Onu fino all’Europa, non trovino ‘vomitevole’ lasciare delle persone in una zona isolata, senza assistenza e senza segnalazioni. Chi erano questi immigrati?” – aggiunge il ministro italiano – “Da dove venivano? Perché sono stati abbandonati? E ancora: per la civile Parigi è normale scaricare delle persone nei boschi? Perché i francesi parlano di gendarmi che non conoscevano la strada, se poi il furgone è rientrato nel proprio paese a gran velocità e senza esitazioni? Andremo fino in fondo. Siamo di fronte a una vergogna internazionale. Non accettiamo le scuse”.

E la tensione sulla gestione dei migranti cresce fra Italia e Francia

Leggi anche

20/01/2019

Il suo cuore smette di battere- Salvato in emergenza al Pronto Soccorso del Mauriziano

E’ stato salvato dai medici direttamente in una saletta del pronto soccorso dell’ospedale Mauriziano, a Torino, […]

leggi tutto...

20/01/2019

Omicidio all’Ex Moi – “Troveremo l’assassino, nessun crimine fermerà lo sgombero”

L’assassinio di Andrew Yamine, nigeriano di 33 anni colpito all’interno delle palazzine ex Moi con un […]

leggi tutto...

20/01/2019

Carabiniere investito da un pusher in bicicletta – Inseguito e arrestato

In sella alla propria bicicletta si spostava agevolmente e incontrava i clienti per spacciare droga. Un […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy