Conte chiede la fiducia alla Camera “Niente sconti sul Ponte Morandi. Stop alle trivelle”

09/09/2019

CONDIVIDI

I passaggi di Giuseppe Conte a Montecitorio

Giuseppe Conte a Montecitorio per la fiducia al governo Pd-M5s. Il suo discorso è iniziato intorno alle ore 11 di oggi, lunedì 9 settembre. Al suo fianco la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese e quello degli Esteri Luigi Di Maio.

Fuori dall’Aula manifestano Fratelli d’Italia e Lega al grido: “Elezioni subito!”, “voce al popolo sovrano, ridateci l’Italia!”

Questi i passaggi salienti del discorso di Conte a Montecitorio:

“Il mio progetto rappresenta elementi e caratteristiche di forte novità: nuovo in impostazione, impianto progettuale e nelle modalità di elaborazione delle risposte alle esigenze delle persone. E’ un progetto politico di ampia portata, anche culturale. Vogliamo volgerci alle spalle il frastuono dei proclami inutili e delle dichiarazioni bellicose e roboanti. Sarò il garante e il primo responsabile del programma”

Tema lavoro

“Vogliamo offrire opportunità di lavoro, salari adeguati e condizioni di vita degne di un Paese civile, di un Paese che, fin dal 1948, ha sancito, nella propria Carta fondamentale, il diritto del lavoratore a un’esistenza libera e dignitosa. Dobbiamo perciò rimuovere gli ostacoli che si frappongono al raggiungimento di questo primario obiettivo e che – purtroppo – sono riconducibili alle più varie cause”.

“Scarsa formazione, carente dotazione di conoscenze e di competenze, difficoltà di conciliare vita familiare e vita lavorativa saranno al centro dell’azione di governo. Scuole e università di qualità, asili nido e servizi alle famiglie, specialmente quelle con figli, saranno dunque le prime leve sulle quali agire. Il primo, immediato intervento sarà sugli asili nido. Non possiamo indugiare oltre”.

“Intendiamo realizzare un piano strategico di prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali. Il numero, ancora troppo elevato, di decessi e di gravi infortuni sul lavoro, non può essere tollerato, è un allarme al quale dobbiamo prestare la massima attenzione. Non possiamo accettare che in Italia – nello svolgimento della propria attività lavorativa – si possa morire o subire gravi e irreversibili danni fisici”.

Sull’innovazione
“L’innovazione deve essere il motore che imprime una nuova spinta a tutti i settori dell’economia e della società. La Pubblica amministrazione dovrà essere alla testa di questo processo realizzando le infrastrutture materiali e immateriali necessarie. In questa direzione occorrono impegni concreti. Dobbiamo lavorare perché i cittadini abbiano un’unica, riassuntiva identità digitale di qui a un anno. Dobbiamo dotare il Paese di una infrastruttura di comunicazione a banda larga nei prossimi anni. Dobbiamo rafforzare gli investimenti per il fondo di venture capital e sollecitare anche gli
Sulle concessioni di trivellazioni per estrazione di idrocarburi.
“Siamo determinati a introdurre una normativa che non consenta più il rilascio di nuove concessioni di trivellazione per estrazione di idrocarburi. Chi verrà dopo di noi, se mai vorrà assumersi l’irresponsabilità di far tornare il Paese indietro, dovrà farlo modificando questa norma di legge. E’ anche per evitare questi rischi che ci adopereremo affinché la protezione dell’ambiente e delle biodiversità, e auspico anche dello sviluppo sostenibile, siano inseriti tra i princìpi fondamentali del nostro sistema costituzionale”.

Un green new deal:
“Nella prospettiva di un’azione riformatrice coraggiosa e innovativa, obiettivo primario del governo sarà la realizzazione di un Green New Deal, che promuova la rigenerazione urbana, la riconversione energetica verso un progressivo e sempre più diffuso ricorso alle fonti rinnovabili, la protezione della biodiversità e dei mari, il contrasto ai cambiamenti climatici”.

Sul Ponte Morandi e le concessioni autostradali
“Renderemo più efficiente e razionale il sistema delle concessioni operando una progressiva e inesorabile revisione di tutto il sistema. Quanto al tema di concessioni autostradali avviato a seguito del crollo del ponte Morandi, porteremo a completamento il procedimento senza nessuno sconto per gli interessi privati, avendo quale obiettivo esclusivo la tutela dell’interesse pubblico e la memoria delle 43 vittime, una tragedia che rimarrà una pagina indelebile della nostra storia patria”.

Tutti paghino le tasse per pagare meno tutti
“Nella prospettiva di una graduale rimodulazione delle aliquote a sostegno dei redditi medi e bassi, in linea con il fondamentale principio costituzionale della progressività della tassazione, il nostro obiettivo prioritario è ridurre le tasse sul lavoro – il cosiddetto “cuneo fiscale” – a totale vantaggio dei lavoratori, e individuare una retribuzione giusta – il cosiddetto “salario minimo””.

Turismo

“Una visione coerente e integrata dell’internazionalizzazione del Paese non può trascurare il ruolo di traino del turismo. E’ un settore chiave che contribuisce per più del 10% al nostro Pil. Dobbiamo potenziarlo anche attraverso una seria revisione della sua governance pubblica. Occorre promuovere i multiformi percorsi del turismo, anche attraverso il recupero e la valorizzazione del nostro patrimonio naturale, storico, artistico e culturale, con attenzione particolare alle specificità di alcuni territori, come quelli alpini. Obiettivi prioritari dell’azione di governo dovranno essere la conservazione e la valorizzazione dello straordinario patrimonio artistico e culturale racchiuso nei nostri territori. Dobbiamo investire anche nelle imprese che si fondano sulla creatività e generano cultura, ampliando l’accesso ai consumi culturali. Da questi investimenti l’intera società ne trarrà beneficio, anche in termini di maggiore ricchezza e più ampia occupazione”.

Sul Mezzogiorno
“L’azione di rilancio degli investimenti, inoltre, passa necessariamente dall’abbattimento del divario fra Nord e Sud del Paese. A questo scopo, occorre rilanciare un piano straordinario di investimenti per il Mezzogiorno, anche attraverso la istituzione di una banca pubblica per gli investimenti, che aiuti le imprese in tutta Italia e dia impulso all’accumulazione di capitale fisico, umano, sociale e naturale del Sud.

Molti gli argomenti trattati da Giuseppe Conte che ha ricevuto un lungo applauso dalla maggioranza quando ha ribadito la necessità di una severe lotta contro l’evasione fiscale.

Il voto per la fiducia è atteso questa sera alle 21.

Leggi anche

15/09/2019

Tragico incidente in corso Unione – Ragazzo travolto da una Panda, muore all’ospedale

Tragico incidente questa notte, intorno all’1.10 in corso Unione Sovietica, a Torino. Mattia Attademo, centauro di […]

leggi tutto...

15/09/2019

Cpr di Torino ancora nel caos – In 4 tentano la fuga, picchiato un addetto alla sicurezza

Hanno tentato di fuggire quattro ospiti del centro di permanenza per il rimpatrio di corso Brunelleschi, […]

leggi tutto...

14/09/2019

In arrivo 30 nuovi tram per la rete di Torino – Saranno realizzati da Hitachi

Saranno prodotti da Hitachi i nuovi tram di Torino. GTT, annuncia il Comune, ha completato l’analisi […]

leggi tutto...