Divieti anti-smog, le multe sono pochissime – “Anche perché poche sono le pattuglie”

14/01/2019

CONDIVIDI

Sono poche le pattuglie che possono dedicarsi stabilmente ai controlli

Da quando sono ripartite le misure antismog, esattamente tre mesi fa, il 15 ottobre, le multe staccate a Torino sono decisamente poche. Chi pensa che la misura di blocco per la pessima qualità dell’aria del traffico causi un incremento delle multe resterà certamente deluso: sono solo 450 negli ultime tre mesi.

Per la trasgressione dei blocchi strutturali fino ai diesel Euro 3 e poi, inseguito, per i divieti agli Euro 4, fino agli Euro 5 ci sono state dunque in media solo cinque multe al giorno dalla metà di ottobre. La Municipale ammette che non è certo una questione di maglie larghe dei vigili, piuttosto del fatto che sono poche le pattuglie che possono dedicarsi stabilmente ai controlli.

Il personale è in calo: nel 2017 si contavano 1813 agenti. Solo un anno dopo siamo a 1758 a causa dei pensionamenti fino ad oggi non sostituiti.

Fortunatamente, in questi giorni si tengono i colloqui che porteranno all’assunzione di 50 vigili, un numero che fa sicuramente comodo per dare forze fresche ad un corpo in difficoltà
Intanto per facilitare i controlli alle vetture per i blocchi dovuti allo smog il Comune starebbe anche pensando, insieme alla la Regione un ritorno dei bollini di colore diverso a seconda della tipologia di veicoli. Un’indiscrezione che vedremo se troverà conferma.

Leggi anche

22/03/2019

Ancora roghi e devastazione – Brucia una riserva naturale, fiamme alte dieci metri

E’ ancora emergenza incendi in queste ore: fiamme alte una decina di metri stanno distruggendo la […]

leggi tutto...

22/03/2019

Valore immobili a Torino– Crolla prezzo case a Madonna di Campagna e Lucento. Male anche San Salvario

Nel 2018 è aumentato il numero del le zone con differenze in termini di valori percentuale […]

leggi tutto...

22/03/2019

Allarme siccità nei campi – In grave crisi grano, orzo e foraggio

La lunga assenza di piogge è ormai un incubo per i campi piemontesi. L’allarme siccità continua: […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy