Falsificava documenti per truffare banche – I carabinieri indagano su probabili complici

CONDIVIDI

E’ stato arrestato dopo un ultimo tentativo di truffa, ma le indagini dei carabinieri potrebbero portare anche ad altre persone, sospettate di essere complici all’interno degli uffici di banche e poste, dell’attività criminosa dell’uomo.

Un 53enne italiano è stato arrestato dai carabinieri dopo la segnalazione del direttore delle Bene Banca di Orbassano, insospettito da alcuni passaggi poco chiari della vicenda.

Secondo le indagini, l’uomo falsificava le carte d’identità elettroniche per aprire un conto in banca, quindi incassava assegni intestati ad altri. L’accusa a suo carico  è di tentata truffa, possesso di documenti contraffatti e ricettazione.

Ma la pista che stanno seguendo i carabinieri ha ora l’obiettivo di smascherare eventuali complici all’interno degli uffici in cui l’uomo ha colpito o tentava di colpire: i complici lo avrebbero infatti avvertito dell’arrivo di assegni di un certo valore, in modo che, saputa l’identità del beneficiario, ilo truffatore creasse il documento falso per poi tentare di incassare l’importo.

Le indagini dei militari continuano.

Leggi anche

20/01/2019

Il suo cuore smette di battere- Salvato in emergenza al Pronto Soccorso del Mauriziano

E’ stato salvato dai medici direttamente in una saletta del pronto soccorso dell’ospedale Mauriziano, a Torino, […]

leggi tutto...

20/01/2019

Omicidio all’Ex Moi – “Troveremo l’assassino, nessun crimine fermerà lo sgombero”

L’assassinio di Andrew Yamine, nigeriano di 33 anni colpito all’interno delle palazzine ex Moi con un […]

leggi tutto...

20/01/2019

Carabiniere investito da un pusher in bicicletta – Inseguito e arrestato

In sella alla propria bicicletta si spostava agevolmente e incontrava i clienti per spacciare droga. Un […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy