Falsificava documenti per truffare banche – I carabinieri indagano su probabili complici

CONDIVIDI

E’ stato arrestato dopo un ultimo tentativo di truffa, ma le indagini dei carabinieri potrebbero portare anche ad altre persone, sospettate di essere complici all’interno degli uffici di banche e poste, dell’attività criminosa dell’uomo.

Un 53enne italiano è stato arrestato dai carabinieri dopo la segnalazione del direttore delle Bene Banca di Orbassano, insospettito da alcuni passaggi poco chiari della vicenda.

Secondo le indagini, l’uomo falsificava le carte d’identità elettroniche per aprire un conto in banca, quindi incassava assegni intestati ad altri. L’accusa a suo carico  è di tentata truffa, possesso di documenti contraffatti e ricettazione.

Ma la pista che stanno seguendo i carabinieri ha ora l’obiettivo di smascherare eventuali complici all’interno degli uffici in cui l’uomo ha colpito o tentava di colpire: i complici lo avrebbero infatti avvertito dell’arrivo di assegni di un certo valore, in modo che, saputa l’identità del beneficiario, ilo truffatore creasse il documento falso per poi tentare di incassare l’importo.

Le indagini dei militari continuano.

Leggi anche

19/11/2018

Lotta al Gioco d’azzardo patologico – Dopo nuova legge in Piemonte calo di mezzo miliardo di euro

Sono trascorsi due anni dall’approvazione della legge regionale sul contrasto al gioco d’azzardo patologico. E i […]

leggi tutto...

19/11/2018

Denunciato dentista – Proponeva prezzi molto vantaggiosi ma era abusivo

Era già stato denunciato alcuni mesi fa per lo stesso motivo ma aveva ripreso ad esercitare […]

leggi tutto...

19/11/2018

Black Friday – Inizia l’“orgia” dei consumi. A Torino sconti in anticipo, ma non tutti sono d’accordo

Per godere degli sconti che sanciscono la grande abbuffata commerciale del Black Friday non è necessario […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy