“Funziona!” – Il mega raccoglitore di plastica di ‘Ocean Cleanup’ pulisce l’oceano – Ecco come agisce

04/10/2019

CONDIVIDI

Obiettivo: togliere dal mare il 50% delle tonnellate di plastica che devastano l’oceano

Funziona!”, con questo annuncio trionfale, l’organizzazione senza scopo di lucro “The Ocean Cleanup”, alle prese con la difficile operazione, ha comunicato l’avvio del rivoluzionario sistema di pulizia degli oceani, inventato dall’olandese Boyan Slat nel 2012.
La macchina di Ocean Cleanup ha cominciato a pulire l’Oceano Pacifico, invaso dalla plastica
L’organizzazione utilizza il geniale sistema 001 / B inventato dal ragazzo olandese quando aveva solo 18enne.
Si tratta di un’ ingegnosa macchina che agisce in questo modo: una lunga barriera galleggiante, costituita da un grosso tubo di gomma legato a un’ancora. La barriera può scendere fino a 600 metri di profondità e il tubo, aprendosi, crea una sorta di insenatura artificiale.
All’interno vengono convogliati e trattenuti i rifiuti che galleggiano sulla superficie dell’acqua, agevolando la loro raccolta.

Così l’organizzazione ha spiegato in un comunicato diffuso in queste ore: “Dopo un anno di test, siamo riusciti a sviluppare un sistema autonomo che utilizza le forze naturali dell’oceano per catturare e concentrare la plastica, confermando così il principio che era stato presentato per la prima volta da Boyan Slat in una conferenza TEDx nell’ottobre 2012”.

Oltre a raccogliere frammenti di plastica chiaramente visibili, l’ingegnoso sistema cattura anche microplastiche grandi 1 mm. “Un’impresa che siamo riusciti a realizzare con nostra grande sorpresa” ha scritto l’organizzazione nel comunicato.

Una prima nave di “The Ocean Cleanup” è partita da San Francisco nel mese scorso. L’obiettivo è ambizioso: togliere dal mare nei prossimi cinque anni circa il 50% delle 300 mila tonnellate di plastica che devastano l’oceano.
“Questo primo anno di test nell’ambiente degli oceani indica che la nostra visione è raggiungibile e che l’inizio della nostra missione di liberare l’oceano dai rifiuti di plastica, che si sono accumulati per decenni, è a portata di mano”, ha dichiarato con ottimismo Boyan Slat.

Leggi anche

19/10/2019

E’ morto il bimbo di 3 anni colpito da un vaso – Si è spento al Regina Margherita

Si è spento all’ospedale Regina Margherita di Torino il bambino di appena tre anni rimasto schiacciato […]

leggi tutto...

19/10/2019

Successo per la cena solidale in favore del Gruppo Abele di Don Ciotti, nella magica cornice della Certosa 1515

Grande successo per la cena solidale alla Certosa 1515 di Avigliana. Lungo la strada che porta […]

leggi tutto...

19/10/2019

“Marocchino di m….!” – Nuova aggressione razzista a Torino, pestato perché la pallina della figlia colpisce una bimba

Ancora un’aggressione di stampo razzista a Torino. L’episodio è accaduto davanti all’Ipercoop di via Livorno. Un […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy