Il tram, gloria di Torino – Da 150 anni patrimonio della città “Ora si faccia una parata”

07/11/2019

CONDIVIDI

"Il tram è un museo in movimento"

Il tram, mezzo di trasporto glorioso di Torino, da decenni si muove sferragliando per la città e resta al centro dell’immaginario creativo degli artisti: scrittori, fotografi e pittori continuano a immortalare o raccontare le ‘gesta’ del tram come patrimonio storico ma anche valore del presente.
Come ricorda CittAgorà, periodico del Consiglio comunale,  è importante l’attività su questo tema dei numerosi soci dell’ATTS – Associazione Torinese Tram Storici che, dal 2005, impegnati a valorizzare il tram come patrimonio storico e culturale della città e che ieri, rappresentati dal presidente Roberto Cambursano, sono stati ospiti di una seduta della commissione Viabilità e trasporti, presieduta da Roberto Malanca, a Palazzo Civico.
“Le nostre vetture storiche non restano ferme in deposito ma escono per strada. Sono un museo in movimento in collaborazione con GTT Gruppo Torinese Trasporti, per la gioia degli appassionati di questo mezzo intramontabile”, spiega Cambursano. Che aggiunge come il progetto sia nato ad imitazione di esperienze già consolidate all’estero, mentre nel nostro Paese solo Torino ha in circolazione mezzi storici su una linea, la 7, inaugurata nel 2011 in occasione del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia.

Una quindicina i tram in servizio, non tutti torinesi, costruiti fra il 1900 e il 1960. Alcuni arrivano da altre città: Roma, Milano, Bologna, Napoli, Trieste e, dopo un attento lavoro di restauro, sono diventati operativi sulla linea 7 il sabato, la domenica e durante festività particolari.

“Ci piacerebbe che nel 2021, in occasione dei centocinquant’anni del primo viaggio di un tram in Italia – guarda caso proprio a Torino – e in concomitanza con la presentazione dei nuovi tram Hitachi che dovrebbero entrare in servizio in quel periodo, l’Amministrazione decidesse di celebrare l’evento” chiude Cambursano, che infine propone: “una parata di tram storici per la città, porte aperte nei depositi, un libro storico sulla rete tranviaria torinese”, oltre alla possibilità di realizzare un museo del trasporto su ferro nel comprensorio di Ponte Mosca dove hanno già sede il Museo Ferroviario Piemontese e ATTS.

La foto in copertina  dal sito CittAgorà

Leggi anche
Motociclista morto

19/02/2020

Guida a 96 anni e va a sbattere contro un autobus – E’ morta per le ferite riportate

L’incidente era avvenuto lo scorso 14 Febbraio, a Rivoli. Annetta Bergesio, 96 anni di Alpignano, alla […]

leggi tutto...

19/02/2020

Maxi frode delle Slot – I gestori truffavano i giocatori con macchinette truccate, sanzioni per 20 milioni di euro

Una maxi truffa delle slot machine, modificate per moltiplicare gli incassi senza dichiarare nulla al fisco è […]

leggi tutto...

19/02/2020

“Gtt, una rivoluzione coraggiosa” – Torino rinnova la rete per la prima volta dal 1982

La revisione organica di Gtt con le nove nuove tratte è stata presentata ieri dal Comune […]

leggi tutto...