Imbrattata fontana del Toro vicino al Filadelfia con scritte fasciste – “Vandalismo odioso”

CONDIVIDI

La fontanella pubblica (il toret, come è ribattezzata a Torino) attaccata allo stadio Filadelfia, in piazzale San Gabriele di Goriza è stata deturpata durante la notte con scritte e colori.
Non molti giorni fa, il consigliere di circoscrizione 8 Montaruli (LeU) aveva depositato una mozione per dipinger il toret in questione di colore granata, facendolo diventare un simbolo del Toro e intitolandolo a Bruno Neri, centrocampista granata che prese parte alla Resistenza e perse la vita nel 1944, in uno scontro a fuoco sugli Appennini.

La fontanella questa notte ha subito un attacco da parte di un gruppo che si firma come vicina a Forza Nuova: il toret è stato ricoperto di bianco e nero e da volantini che inneggiano al calciatore Giampiero Combi, portiere campione del mondo con la Nazionale nel 1934.

“Per Giampiero Combi – è la dedica scritta sui volantini – “grande campione della Juventus e della Nazionale dell’Italia fascista, la cosiddetta Nazionale del Duce”.

Il consigliere Augusto Montaruli ha relicato dopo il gesto di questa notte: “Si tratta di un’azione odiosa – ha dichiarato il consigliere, ripreso dall’Ansa. “Un atto di vandalismo, a cui bisogna reagire in maniera seria. Sarebbe bello che fossero due giocatori, uno del Toro e uno della Juve, a dipingere il toret di granata”.

Leggi anche

25/03/2019

Ancora un disastro per gli incendi – In pericolo il santuario di Belmonte, patrimonio dell’Unesco

Un nuovo grande incendio boschivo sta devastando la riserva naturale del Sacro Monte di Belmonte, tra […]

leggi tutto...

25/03/2019

Rade al suolo un bosco per fare un noccioleto – Abbattuti ciliegi, pioppi e querce – Denunciato dai carabinieri

E’ stato denunciato dai Carabinieri Forestali di Nizza Monferrato un sessantenne di Mombercelli per aver raso […]

leggi tutto...

25/03/2019

Tragedia piazza San Carlo – Chiesti 14 anni per i componenti della banda dello spray

La Procura di Torino ha chiesto oggi quattro condanne a 14 anni di carcere per i […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy