La battaglia ai lavavetri continua – Un centinaio identificati e multati

20/09/2018

CONDIVIDI

Gli agenti hanno sequestrato 516 spazzole lavavetri

Continuano le operazioni della Polizia Municipale per contrastare il fenomeno dei lavavetri: dall’inizio dell’anno sono 109 le persone che stazionavano negli incroci più trafficati a Torino, identificati e sanzionati dagli agenti.

La Municipale si è mossa in particolare sull’asse di corso Regina Margherita, corso Vittorio Emanuele II e corso Bramante.

Così ha spiegato Alessandro Parigini, Ufficiale e Responsabile del Reparto operativo speciale della Polizia Municipale

“Il problema dei lavavetri che esercitano la loro attività nei pressi degli incroci è ben noto a questo Reparto che tra i suoi compiti istituzionali ha anche quello di contrastare questo fastidioso fenomeno al quale sono dediti per lo più soggetti di etnia ROM. “L’unità – ha aggiunto – “dedica pattuglie quotidiane sia al mattino che al pomeriggio con servizi programmati dall’ufficio negli incroci più presidiati durante l’arco della mattina e del pomeriggio. I soggetti, in virtù del cresciuto controllo, hanno alzato la soglia di attenzione, e spesso alla vista degli operanti si danno alla fuga”.

Fino ad oggi gli agenti hanno sequestrato 516 spazzole lavavetri. Sequestrato anche denaro,  derivante dall’attività illecita.

Durante i controlli, si evidenzia, non sono mai stati accertati illeciti di natura penale.

Quasi tutti i “lavavetri”, spiega la Municipale,  appartengono all’etnia ROM e sono in possesso di documento di identità comunitario e privi di residenza sul territorio.

Leggi anche

Fermati i ‘cannibali delle fabbriche in disuso’ – Fra loro anche un 14 enne

Stavano tentando il furto di una grondaia di rame, della lunghezza di circa 40 metri, all’interno […]

leggi tutto...

Lavoro – 50 nuove assunzioni al Csi Piemonte, consorzio di oltre 100 enti pubblici

Con un programma di 50 nuove assunzioni, il Csi Piemonte, consorzio di oltre 120 enti pubblici, […]

leggi tutto...
Porta Palazzo

Maxi sequestro di merce a Porta Palazzo – Valore: oltre un milione di euro

Gli articoli erano tutti provenienti dalla Cina ed erano stoccati in un deposito di Porta Palazzo: […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy