La vergogna della famiglia di pusher- Ricevevano aiuti umanitari usando i figli come ‘paravento’

29/10/2018

CONDIVIDI

I bambini sono stati affidati a un parente dei genitori

Nello scantinato del palazzo in cui abitavano non nascondevano soltanto la droga che poi andavano a spacciare nel quartiere, ma anche interi scatoloni di aiuti umanitari: numerosi pacchi di generi alimentari e non che le associazioni consegnano ai più bisognosi.
La scoperta è stata fatta dagli agenti del commissariato Barriera di Milano in via Brandizzo, alla periferia nord di Torino.

Una coppia di genitori pusher si manteneva spacciando cocaina, poi, usando i bambini come ‘paravento’, si metteva in coda per ricevere i pacchi alimentari e altri aiuti.

Ma per lo stile di vita che conducevano e gli incassi dell’attività illegale non ne avrebbero avuto certo bisogno.
Gli agenti, durante la perquisizione del loro appartamento, hanno trovato televisori al plasma,  oggetti di valore e altri  pacchi di generi alimentari.

Nascosti in cantina anche 13.500 euro, frutto probabilmente delle attività di spaccio che i genitori pusher praticavano anche insieme ai bambini, nel tragitto per andare a scuola o al ritorno quando insieme ai piccoli tornavano a casa.

Si tratta di una coppia di spacciatori nigeriani con due figli di 3 e 5 anni. I due sono stati arrestati per spaccio, mentre i figli sono stati affidati a un parente dei genitori.

Leggi anche

16/11/2018

Ritorna il caso disperato di via Aosta – Alessi “Situazione igienica inaccettabile, il Comune sta a guardare?”

Dopo alcuni giorni è ritornato il senza tetto che vive in condizioni di igiene alquanto precarie […]

leggi tutto...

16/11/2018

Il ritorno del Lupo nelle vallate del Torinese – “Ucciderlo è un reato”

Il ritorno del lupo è un fenomeno naturale. Ucciderlo è un reato punito dalla legge. La […]

leggi tutto...

16/11/2018

Arrestato barista – Nacondeva droga sotto il registratore di cassa

E’ stato arrestato per spaccio un 48enne italiano residente a Cuorgnè. I carabinieri locali hanno controllato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy