Le rubano le foto del figlio morto a 2 anni – Lo strazio e l’appello della madre “Ridatemi le foto del mio bimbo”

12/01/2019

CONDIVIDI

"Mi sento come se me lo avessero portato via un'altra volta"

Una storia straziante che sembra non avere fine quella di Elisabetta Chiavarino.

Nel 2013 perse il piccolo Gabriele in un modo assurdo, quando un adulto,, amico della donna, lanciò in aria il piccolo d due anni e mezzo per gioco. Un incidente e il bimbo perse la vita, sbattendo violentemente la testa. Per il dolore l’uomo si uccise quattro anni dopo in Germania.
Pochi giorni fa i ladri sono entrati nella casa della donna a Biella e hanno portato via soldi, gioielli e anche un hard disk che contiene le foto di Gabriele. Da qui l’appello social della mamma:

Mi sento come se me lo avessero portato via un’altra volta – scrive la donna rivolgendosi ai ladri. “Mi avete portato via una cosa molto cara, un hard disk nero wd: se qualcuno dovesse sapere qualcosa per favore mi contatti – scrive Elisabetta – “lì dentro c’erano gli unici ricordi di mio figlio, foto e video. Dei soldi, della playstation e degli orologi non me ne frega niente ma le foto di mio figlio che non c’è più… sono la cosa più cara che avevo! Vi prego con il cuore in mano, se qualcuno sapesse qualcosa, anche in forma anonima, vi prego, ditemelo”.
Un appello in cui a queste ore sta rispondendo tutta la comunità locale, che si è mobilitata per le ricerche.

Leggi anche

21/08/2019

Sestriere si candida ai Campionati Mondiali di sci

La lettera ufficiale alla Fisi, Federazione Italiana sport invernali, è stata inviata dal sindaco si Sestriere. […]

leggi tutto...

21/08/2019

Baby Gang picchia a sangue un negoziante perché li aveva rimproverati

Due gemelli che stavano festeggiando il sedicesimo compleanno hanno colpito violentemente un negoziante di 41 anni, […]

leggi tutto...

Barca

/

21/08/2019

Toro in fuga a Nichelino – Paura per automobilisti e pedoni

Avvistato libero questa mattina a Nichelino un toro, verosimilmente fuggito da un allevamento in zona. Gli […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy