Manifestazione Sì Tav, raccolte 57.000 firme – Unione Industriale “Torino senza visione strategica”

07/11/2018

CONDIVIDI

"Un’iniziativa apolitica ed apartitica che nasce dal senso di responsabilità che anima la nostra comunità"

Si terrà davanti a Palazzo Reale, sabato 10 novembre alle ore 11,  in piazza Castello, la manifestazione sì Tav. Mino Giachino, ex sottosegretario alle Infrastrutture di Forza Italia e promotore della petizione a favore dell’opera, ha ricevuto la comunicazione dalla Prefettura. Intanto la petizione ha sperato questa mattina le 57.000 firme.

Questo il commento dell’ex sottosegretario, ripreso dall’Ansa:
“Le adesioni continuano ad arrivare perché la gente non vuole perdere il collegamento con il mercato europeo e in futuro con la la Via della Seta ferroviaria. La manifestazione sì Tav è dunque assolutamente confermata per sabato mattina. Fermare la Torino-Lione sarebbe un atto grave contro l’interesse dell’Italia, che dal 1999 ad oggi ha perso 20 punti di PIL rispetto alla media europea, e ancora di più di Torino, con una disoccupazione giovanile insopportabile”

Sull’argomento è intervenuto anche il presidente dell’Unione industriale Torino Dario Gallina:

“Il tema delle infrastrutture è fondamentale per ogni politica di crescita e di sviluppo del nostro Paese e, in particolare, del Piemonte e di Torino. Sono queste scelte determinanti di fronte a cui non possiamo rimanere immobili – scrive Gallina in una nota, e aggiunge:

“Il NO alla TAV espresso di recente dal nostro Consiglio Comunale si basa su una posizione ideologica priva di una visione strategica e di prospettiva nell’interesse del Paese. Insieme ad altre 30 Associazioni di imprenditori, professionisti ed esponenti del mondo del lavoro, abbiamo deciso di sostenere la manifestazione, indetta dalla società civile torinese, Sabato 10 novembre, ore 11, davanti alla Prefettura. Si tratta di un’iniziativa apolitica ed apartitica, che nasce dal senso di responsabilità che anima la nostra comunità.
Questo non è che il primo passo di un’azione che vedrà coinvolto, a breve scadenza, tutto il nostro Sistema Associativo Nazionale per riportare il tema delle infrastrutture e delle imprese al centro delle priorità del Governo”.

Leggi anche

16/11/2018

Ritorna il caso disperato di via Aosta – Alessi “Situazione igienica inaccettabile, il Comune sta a guardare?”

Dopo alcuni giorni è ritornato il senza tetto che vive in condizioni di igiene alquanto precarie […]

leggi tutto...

16/11/2018

Il ritorno del Lupo nelle vallate del Torinese – “Ucciderlo è un reato”

Il ritorno del lupo è un fenomeno naturale. Ucciderlo è un reato punito dalla legge. La […]

leggi tutto...

16/11/2018

Arrestato barista – Nacondeva droga sotto il registratore di cassa

E’ stato arrestato per spaccio un 48enne italiano residente a Cuorgnè. I carabinieri locali hanno controllato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy