Massacrato di botte per aver denunciato su Facebook il baccano notturno

24/08/2018

CONDIVIDI

Naso rotto e trauma cranico e il referto dopo la violenta aggressione

Lo hanno aspettato in sei davanti a casa per dargli una lezione dopo che aveva postato su facebook un video che immortalava un gruppo di persone che facevano baccano nelle ore notturne sotto la sua abitazione. Passano solo poche ore e l’uomo, un 43enne di Torino, residente in via Chiesa della Salute, è stato assalito dalla gang (tutti di colore, secondo la descrizione dell’uomo) con calci e pugni.
Il 43enne è stato trasportato in ospedale: naso rotto e trauma cranico e il referto dopo la violenta aggressione. Dieci i giorni di prognosi.
“Mi hanno aspettato sotto casa, poi mi hanno colpito iniziato con calci e pugni”, spiega l’uomo che ancora non ha potuto sporgere une denuncia formale per quanto accaduto.

“Sono convinto che mi abbiano aggredito per quei video che ho postato su facebook -ha aggiunto – “Ma non non ne capisco il motivo visto che i soggetti ripresi non si vedevano nemmeno in faccia. Ma me lo hanno detto mentre mi colpivano: a “Ti è piaciuto postare i video vero?”.
Sul posto sono intervenuti oltre all’ambulanza anche i carabinieri che hanno ascoltato la testimonianza di alcuni pakistani che gestiscono negozi nel quartiere, i primi a soccorrere l’uomo.

Leggi anche

20/02/2019

Fa razzia di succhi di frutta, poi li nasconde nel passeggino- Arrestata a Torino nel centro commerciale

Ha provato a saltare la coda, dicendo di essere incinta, nel tentativo di uscire quanto prima […]

leggi tutto...

20/02/2019

A folle velocita era riuscito a scappare dalla Polizia. Rintracciato il rapinatore di Rolex che colpiva a Torino

La Polizia di Stato di Torino ha dato esecuzione all’Ordinanza di Applicazione della Misura Cautelare della […]

leggi tutto...

20/02/2019

Truffe on-line su Subito.it e Kijiji.it –Numerose denunce e l’allarme lanciato dai carabinieri

Subito e Kijiji sono alcuni dei più frequentati siti di annunci online italiani. Offrono la possibilità […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy