Mazzarri all’attacco “Penalizzati da un campo di patate, abbiamo dominato totalmente”

16/09/2018

CONDIVIDI

"Avrei voluto mettere Zaza quando volevo io" - ha aggiunto il tecnico

“Siamo stati penalizzati da un campo di patate”.

Walter Mazzarri all’attacco dopo il pareggio fra Udinese e Torino alla Dacia Arena, un 1-1 finale che ha visto andare a segno De Paul (28′) e Meité (49′).
Il Mister voleva i 3 punti che non sono arrivati, nonostante, secondo la sua analisi della partita, il Torino abbia nettamente nominato, sfiorando reti in più occasioni e fermata da un campo non all’altezza.

“Non voglio parlare di arbitri, quello lo fa la finale società – ha spiegato il Mister al termine della partita. “Noi abbiamo dominato in lungo e in largo, avremmo fatto anche 4 gol. Ma il campo di patate ci ha penalizzato. E anche in queste prima partite avremmo meritato 4 punti in più con prestazioni sempre state ottime, a parte il primo tempo contro l’Inter. Fino ad oggi siamo stati sfortunati ma il calcio è così. Anche oggi abbiamo avuto quasi l’80% di possesso palla meritavamo noi”

Poi, sull’ingresso di Zaza e l’infortunio di Iago Falque a inizio gara (sospetto stiramento alla coscia destra per lo spagnolo, al quarto d’ora e sostituzione obbligata):

“Mi spiace per Iago Falque, conclude Mazzarri. “Avrei voluto mettere Zaza quando volevo io. Se arrivi il giorno prima dell’inizio del campionato, gli esperimenti li devi fare durante la partita e devi oliare certi meccanismi”

Leggi anche

20/01/2019

Il suo cuore smette di battere- Salvato in emergenza al Pronto Soccorso del Mauriziano

E’ stato salvato dai medici direttamente in una saletta del pronto soccorso dell’ospedale Mauriziano, a Torino, […]

leggi tutto...

20/01/2019

Omicidio all’Ex Moi – “Troveremo l’assassino, nessun crimine fermerà lo sgombero”

L’assassinio di Andrew Yamine, nigeriano di 33 anni colpito all’interno delle palazzine ex Moi con un […]

leggi tutto...

20/01/2019

Carabiniere investito da un pusher in bicicletta – Inseguito e arrestato

In sella alla propria bicicletta si spostava agevolmente e incontrava i clienti per spacciare droga. Un […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy