Nainggolan attacca ancora la Juve – “Li ho rifiutati 5 volte, per questo non mi sopportano”

CONDIVIDI

Fra Radja Nainggolan e la Juventus i rapporti sono stati sempre piuttosto tesi. Il centrocampista approdato all’Inter scaglia ancora frecciate verso il club bianconero, nel corso dell’ultima intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport.

Il giocatore rivela di essere stato seguito per anni dalla Juve, senza tuttavia mai accettare l’offerta.

Ora Nainggolan si trova bene all’Inter, una squadra che dopo l’inizio di stagione stentato ha inanellato una serie di vittoria che l’hanno proiettata ai piani alti di classifica.

Ciononostante i nerazzurri si trovano ancora molto lontani dalla capolista che mantiene l’ampia distanza di 8 punti dagli uomini di Spalletti, terzi in campionato.

“Perché la Juve mi sta antipatica? – ha dichiarato il Ninja Nainggolan – Ne ho subite talmente tante che dopo un po’ non ce la fai più. Gli juventini dicono che è perché la Juve non mi ha mai voluto? Ma se sono stati loro che mi hanno cercato per cinque anni di fila! Io ho sempre detto di no e forse è per quello che ce l’hanno ancora con me”.

Poi un pensiero su Cristiano Ronaldo:
“E’ uno stimolo per noi che proveremo a batterlo. Ma tra lui e Messi scelgo Leo. Cristiano ha bisogno della squadra. Messi ogni tanto ne dribbla 4 o 5 e vince le partite da solo”.

Non mancano le frecciate del belga anche alla sua ex squadra, la Roma:
“I giallorossi volevano incassare soldi dalla mia cessione Ho scoperto dopo che erano d’accordo con club stranieri che non avrei mai accettato, mi sono sentito trattato come un giocatore non importante, hanno fatto le cose alle mie spalle. A quel punto mi ha chiamato Spalletti e non ci ho pensato un attimo. All’inizio avevo rimpianti, ma qui sono stato accolto benissimo”.

“All’Inter ho trovato una società molto preparata – aggiunge il calciatore. “Ci sanno fare, sono tutti presenti. Steven Zhang è sempre qua. A Roma il presidente viene una volta all’anno. E io penso che una persona dovrebbe essere presente alla guida di una sua azienda. È finita non per colpa mia, almeno non del tutto. Sono rimasto deluso da alcuni comportamenti che come uomo non posso accettare. Io ho sbagliato, di sicuro, come quel video di Capodanno. Però loro hanno fatto le cose senza dirmi niente. E invece da uomini veri ci si parla in faccia”.

Leggi anche

18/01/2019

Torino – Concerto gratuito della grande Ute Lemper per il Giorno della Memoria “Mio dovere onorare il popolo ebreo”

“Come tedesca, nata dopo la Guerra, sposata ad un uomo ebreo, a New York da 20 […]

leggi tutto...

18/01/2019

Furgone rubato ritrovato dalla Polizia con oltre 50 pannelli fotovoltaici a bordo

Il furgone era abbandonato lungo la tangenziale. Il personale della Polizia Stradale in servizio di vigilanza […]

leggi tutto...

18/01/2019

Nuove infrastrutture, meno auto in strada – Tutte le proposte in Regione: “Finalmente misure strutturali contro lo smog”

“Finalmente dopo 19 anni la Regione torna a parlare di azioni strutturali sul miglioramento qualità dell’aria” […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy