“No alle strisce blu nelle zone ospedali – Appendino fermati”

29/10/2019

CONDIVIDI

E' stato annunciato un nuovo provvedimento che amplierà le strisce blu

“Nel luglio di quest’anno la Città di Torino ha avviato l’ampliamento del parcheggio a pagamento nella Circoscrizione 4 e, in particolare, nella zona dell’Ospedale Maria Vittoria, senza, peraltro, dare ascolto ai lavoratori di quel presidio che nutrivano perplessità sulla scelta. Inoltre, è stato annunciato un nuovo provvedimento che amplierà le strisce blu anche nella zona compresa tra la Città della Salute e il presidio ospedaliero Sant’Anna. Si tratta di decisioni che penalizzano e penalizzeranno lavoratori e pazienti, che non garantiranno una soluzione ai problemi di traffico e sosta e che sembrano prese, esclusivamente, per fare cassa” ha spiegato il Consigliere regionale Pd Raffaele Gallo.

“L’ordine del giorno che ho presentato in Consiglio regionale e che sarà discusso nelle prossime settimane – ha proseguito Gallo – ha lo scopo di dichiarare la totale contrarietà a questo provvedimento e di prevedere azioni per arginare le decisioni del Comune, con agevolazioni economiche per pazienti, residenti e lavoratori dell’area già interessata dall’ampliamento delle strisce blu e, se l’annunciata estensione fosse confermata, anche per quelli della zona tra la Città della Salute e l’Ospedale Sant’Anna in alternativa la sospensione dell’ampliamento fino alla messa in esercizio del prolungamento della metropolitana 1”.

Nello stesso ordine del giorno il consigliere regionale Gallo chiede di continuare a dare seguito a un impegno assunto dal Consiglio nella precedente legislatura a favore delle Associazioni di Volontariato.

“Le Associazioni di Volontariato che si occupano di trasporto e accompagnamento di anziani e malati soli – ha concluso Raffaele Gallo – avevano, già in passato, denunciato il grave problema dei parcheggi e della sosta e, con un ordine del giorno, approvato nel 2018, avevo chiesto che i Direttori generali di Asl e ASO prevedessero almeno uno spazio fruibile per le Associazioni, all’interno delle aree di loro proprietà. Si tratta di un atto dovuto nei confronti di queste realtà e chiedo alla Giunta regionale di proseguire nell’impegno”.

L’ordine del giorno a prima firma Gallo è stato sottoscritto da tutti i consiglieri di Torino del centrosinistra.

Leggi anche

27/01/2020

L’aeroporto di Caselle torna indietro di 4 anni – Scende sotto la soglia dei 4 milioni di passeggeri all’anno

Non sono positivi i dati elaborati per il 2019 da Fly Torino, l’associazione che da oltre […]

leggi tutto...

27/01/2020

Smog in città – Torna il blocco dei veicoli Euro 4

Le giornate con livelli di polveri sottili nella norma, a Torino, sono state purtroppo solo una […]

leggi tutto...

27/01/2020

Ospedali, rivoluzione a Torino – Arriva il nuovo Cup unico regionale

Da lunedì 27 gennaio 2020 sarà attivo presso l’Asl Città di Torino il nuovo numero verde […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy