Nosiglia sullo stupro della bambina di 11 anni – “E’ come uccidere una persona”

25/11/2017

CONDIVIDI

Nosiglia: "Lo stupro della bambina è come un delitto"

Sull’incubo vissuto dalla bambina di 11 anni di origine nigeriana, violentata da un amico di famiglia e rimasta incinta, è intervenuto l’arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia:

Non è solo sbagliato, una violenza di questo tipo è un delitto vero e proprio, fare questo e come uccidere una persona, e farlo a un minore significa condizionarlo per sempre. Tanto più se la violenza arriva da un educatore o comunque da una persona di cui ci si fida – ha dichiarato Nosiglia, come riporta l’Ansa. “Purtroppo sappiamo che questi fatti capitano. A volte vengono a galla, a volte no, ma ce ne sono molti di più di quanti pensiamo. La nostra è una cultura diventata pansessualista, per cui si può dare sfogo agli impulsi sessuali in qualsiasi modo e i in qualsiasi forma. Ma usare la violenza sessuale è un delitto”.

Leggi anche

14/12/2018

508 mila euro contro la povertà – Ecco il piano regionale in Valle d’Aosta

Il Piano regionale attivo fino al 2020 si muove su diversi ambiti: prosecuzione dell’esperienza dell’emporio solidale […]

leggi tutto...

14/12/2018

“Il progetto di Torino per l’Atp Finals? E’ il migliore possibile”

La città di Torino è stata inserita fra le 5 città candidate a ospitare le Atp […]

leggi tutto...

14/12/2018

Dichiarò “I gay sono contro natura” – Medico condannato a Torino

E’ stato condannato il medico di 65 anni Silvana De Mari, imputata per diffamazione ai danni […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy