Olimpiadi 2026, è scontro aperto nel Movimento 5 Stelle “Inaccettabile la posizione della sindaca”

02/06/2018

CONDIVIDI

"Noi rigettiamo la proposta di Appendino" è la risposta dei dissidenti interni al Movimento 5 Stelle

E’ pieno scontro interno fra i CinqueStelle sull’opportunità di candidare Torino alle Olimpiadi invernali 2026. Il comunicato dei 5 ‘dissidenti’ pentastellati, all’indomani dell’intesa sul governo, ha parole piuttosto nette contro la sindaca Appendino.
Carretto, Albano, Ferrero, Pollicino e Paoli sono i 5 consiglieri schierati contro le Olimpiadi:

“Sulle Olimpiadi non ci stiamo – spiegano  – “Secondo noi è inaccettabile il repentino cambio di passo che la sindaca pone sul tema, all’indomani dell’intesa sul governo, pone sul tema. Il progetto che doveva arrivare a definire il predossier olimpico avrebbe dovuto essere molto più articolato, sviluppato da tecnici anche critici nei confronti dell’opera, sostenuto da fondi privati”.

Ieri l’ incontro con consiglieri di maggioranza e sindaci delle valli olimpiche in cui Appendino ha comunicato di voler affidare il predossier sui Torino 2026 all’architetto Alberto Sasso, una sorta di garante sulle Olimpiadi indicato da Beppe Grillo. L’uscita della sindaca  ha suscitato la reazione dei dissidenti.
“Questa è una proposta irricevibile” – spiegano – “A poco più di un mese dalla data di presentazione al Coni e al Cio del documento ci ritroviamo invece con un nulla di fatto. Poco male per chi, come noi, è sempre stato scettico sulla riproposizione della sbornia olimpica a Torino, ma che mette in difficoltà chi ha sempre sostenuto il progetto. Soltanto ora arriva la proposta, irricevibile dal nostro punto di vista, di far preparare in brevissimo tempo un dossier per valutare la fattibilità dell’opera, documento che a nostro avviso non sarebbe in grado di evidenziarne criticità perché realizzato in maniera frettolosa e senza il team di esperti che a nostro avviso era premessa indispensabile per un’analisi approfondita. Noi rigettiamo la proposta di Appendino, restando fermamente convinti che l’approccio ad un mega evento sportivo come le Olimpiadi debba poggiare su ben altre basi”.

Leggi anche

20/09/2018

La battaglia ai lavavetri continua – Un centinaio identificati e multati

Continuano le operazioni della Polizia Municipale per contrastare il fenomeno dei lavavetri: dall’inizio dell’anno sono 109 […]

leggi tutto...

20/09/2018

Telenovela olimpica senza fine – Chiamparino “Riprendiamo i discorsi su candidatura Torino”

Quella sulla candidatura italiana ai Giochi olimpici invernali del 2026 sembra una telenovela che non ha  […]

leggi tutto...

20/09/2018

Spaccata all’auto e fuga dalla Polizia – La delinquenza non si ferma in periferia

Nuovo episodio di criminalità in zona Madonna di Campagna, periferia di Torino, dove casi di questo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy