Olimpiadi, scontro totale Appendino – Malagò “Coni incomprensibile, noi non ci arrendiamo”

01/10/2018

CONDIVIDI

La sindaca insiste: "La candidatura di Torino è ancora in campo"

Il Coni ha ufficializzato in queste ore la candidatura Milano-Cortina per i Giochi Olimpici 2026. Questa dunque dovrebbe essere la scelta che rappresenterà l’Italia per una possibile organizzazione delle Olimpiadi invernali.
Ma il caos continua, perché sia per la sindaca di Torino Chiara Appendino, che per il presidente della Regione Sergio Chiamparino i ‘giochi’ non sarebbero ancora chiusi per il capoluogo piemontese o per la regione. La Città rilancia la propria candidatura, criticando aspramente il Coni  invitando ad uno studio approfondito dei dossier presentati.

“Milano – Cortina – commenta Appendino – “è una candidatura per noi incomprensibile. Si tratta di andare a costruire ed edificare dove non ci sono gli impianti. Torino era la meno costosa, ora chi si assume questa responsabilità dovrà spiegarla al Paese”.

Pochi minuti dopo l’intervento della sindaca sono arrivare le parole ufficiali anche di Sergio Chiamparino.

“Non è una sorpresa, purtroppo me lo aspettavo. Ero stato il primo a dire che sentivo puzza di bruciato dopo la decisione di Giorgetti di far saltare il tavolo a tre e pochi minuti dopo far emergere la candidature a due. Se c’è una possibilità di recuperare, senza Torino, un ruolo per le montagne olimpiche torinesi, la Regione c’è”

A questo punto Chiara Aapendino rilancia e invita il Coni a portare in votazione i dossier
“Il Comitato Olimpico – ha detto la sindaca – “porti in votazione i dossier. La candidatura di Torino è ancora in campo. Si entri nel merito dei dossier, si analizzino costi in modo analitico e il Coni si assuma la responsabilità delle proprie scelte”.

Negli utlimi minuti è arrivato anche il commento del presidente della Camera di Commercio di Torino Vincenzo Ilotte, che all’Ansa ha spiegato che potrebbe esserci ancora uno spiraglio per riportare Torino in corsa:

“Quella arrivata del Coni non è stata una bella notizia: credo si debbano capire le basi di questa candidatura e se può andare effettivamente avanti. So che ci sono in corso contatti per vedere se è possibile ricucire su questa decisione”.

Leggi anche

26/03/2019

Occupazione ex scuola di Barriera – Sciretti (Lega): “Intervenire subito, 6° circoscrizione non sia ricettacolo di tutti i problemi”

“La sesta circoscrizione non sia ricettacolo di tutti i problemi della Città di Torino”. L’occupazione dell’ex […]

leggi tutto...

26/03/2019

Occupazione Anarchici, le reazioni: “Nuovo Asilo non deve passare la notte o lo Stato perde braccio di ferro con anarchici”

L’occupazione della scuola Salvo D’Acquisto in via Tollegno a Torino accende nuove preoccupazioni sul territorio. Gli […]

leggi tutto...

26/03/2019

“L’Asilo Occupato è tornato” Gli anarchici occupano la scuola ex Salvo D’Acquisto “Pronti a lottare”

Con uno striscione appeso fuori dalla struttura gli anarchici hanno spiegato in una frase le loro […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy