Perseguitava fratelli e sorelle – Denunciato dai famigliari dopo le violente richieste di denaro

20/08/2018

CONDIVIDI

Sempre più assillanti le sue richieste di soldi per comprare la droga

Una triste storia di atti persecutori in famiglia ha visto coinvolto a Torino un uomo di 37 anni: tossicodipendente, da tempo stalkerizzava i fratelli e le sorelle della sua famiglia decisamente allargata (9 in totale i fratelli) per farsi consegnare denaro che poi utilizzava per acquistare droga.

La sera dello scorso 18 Agosto aveva rubato il cellulare anche al nipote, e ha poi preteso 30 € per la sua restituzione.
3 dei suoi 8 fratelli per la paura nei confronti dell’uomo si erano rifugiati nell’appartamento di una di loro, dal momento che quel giorno il tossico aveva già fatto numerose telefonate chiedendo in modo assillante del denaro.
L’uomo era riuscito ugualmente ad introdursi nel palazzo e ad arrivare alla porta d’ingresso dell’appartamento.
Quindi ha iniziato a colpire con calci e pugni la porta per farsi aprire.
Impauriti, i i famigliari hanno contattato il 112, che ha attivato subito Squadra Volante.
Lo stalker è stato fermato: è risultato avere numerosi pregiudizi di polizia per atti persecutori, ricettazione e reati contro il patrimonio; è stato arrestato per atti persecutori e denunciato per furto ed estorsione.

Leggi anche

24/08/2019

Con le gambe a penzoloni rubava dentro un’auto – Scoperto e arrestato dalla Polizia

I poliziotti del Commissariato “Centro”, in servizio di volante, lo hanno notato, nel primo pomeriggio di […]

leggi tutto...
Motociclista morto

24/08/2019

Ubriaco dà fuoco al Pronto Soccorso – Arrestato dai carabinieri

E’ stato arrestato dai carabinieri un 41 enne italiano che in preda alla follia ha dato […]

leggi tutto...

24/08/2019

Invasione di cinghiali in Piemonte- L’allarme di Coldiretti “Pericoli sulle strade e danni all’agricoltura”

Troppi, in continua crescita, e con molti danni all’agricoltura. Troppi incidenti sulle strade: Uncem sta con […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy