Povera ricca- Nomade dichiara in tutta la vita 131 euro. Gliene sequestrano 250.000 in beni

CONDIVIDI

Era sconosciuta al fisco, nullafacente e senza un lavoro. Ma in realtà possedeva beni per quasi 250mila euro.
Una nomade sinti di 37 anni non aveva mai presentato dichiarazione dei redditi e risultava non essere titolare di imprese. Dalla Banca dati INPS risulta un unico periodo di lavoro, tra l’1 dicembre 2002 e il 12 dicembre 2002, con una retribuzione pari a 131 euro.
I carabinieri di Torino Oltre Dora hanno eseguito un decreto emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Torino, che ha disposto il sequestro finalizzato alla confisca dei beni a carico di una nomade sinti di 37 anni, residente in Via Lega a Torino.

Mesi di accertamenti hanno dimostrato come il suo tenore di vita fosse ben al di sopra delle possibilità offerte dalla sua stato di indigenza. In tutta la sua vita, la donna ha dichiarato al fisco 131 euro. La nomade ha diversi precedenti e pendenze penali per furto, ricettazione, indebito utilizzo di carte di credito e truffa. I militari hanno messo i sigilli a una villa e tre autovetture.

Leggi anche

Lo Skyline del futuro a Torino? Nel 2030 12 nuovi grattacieli – Il progetto avveniristico

Un maxi e avveniristico intervento di trasformazione urbana potrebbe ridisegnare lo skyline di Torino nei prossimi […]

leggi tutto...

Torna a Torino Io Lavoro – Oltre 5000 offerte di lavoro, dal turismo all’elettronica e molto altro

Torna a Lingotto Fiere l’evento IoLavoro, organizzato da Agenzia Piemonte Lavoro, in collaborazione on l’assessorato al […]

leggi tutto...

“Ztl prolungata? Avrà ricadute gravissime su commercianti e artigiani” – L’attacco di Magliano all’Amministrazione

Il capogruppo dei Moderati Silvio Magliano si schiera  dalla parte della protesta di commercianti e residenti […]

leggi tutto...