Povera ricca- Nomade dichiara in tutta la vita 131 euro. Gliene sequestrano 250.000 in beni

CONDIVIDI

Era sconosciuta al fisco, nullafacente e senza un lavoro. Ma in realtà possedeva beni per quasi 250mila euro.
Una nomade sinti di 37 anni non aveva mai presentato dichiarazione dei redditi e risultava non essere titolare di imprese. Dalla Banca dati INPS risulta un unico periodo di lavoro, tra l’1 dicembre 2002 e il 12 dicembre 2002, con una retribuzione pari a 131 euro.
I carabinieri di Torino Oltre Dora hanno eseguito un decreto emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Torino, che ha disposto il sequestro finalizzato alla confisca dei beni a carico di una nomade sinti di 37 anni, residente in Via Lega a Torino.

Mesi di accertamenti hanno dimostrato come il suo tenore di vita fosse ben al di sopra delle possibilità offerte dalla sua stato di indigenza. In tutta la sua vita, la donna ha dichiarato al fisco 131 euro. La nomade ha diversi precedenti e pendenze penali per furto, ricettazione, indebito utilizzo di carte di credito e truffa. I militari hanno messo i sigilli a una villa e tre autovetture.

Leggi anche

07/12/2018

Orge per curare le donne – In carcere l’anziano ‘santone’ di Torino

E’stato condannato dalla quarta sezione penale del tribunale di Torino a dieci anni e undici mesi […]

leggi tutto...

07/12/2018

Addio Gigi Radice, fra gli allenatori più importanti della storia del Torino

E’scomparso all’età di 83 anni dopo una lunga malattia Gigi Radice, uno degli allenatori più importanti […]

leggi tutto...

07/12/2018

M5S su corteo No Tav: “Domani scenderemo in piazza con 50.000 amici”

“La nostra partecipazione è un gesto di trasparenza e onestà verso la cittadinanza, con cui sottolineiamo […]

leggi tutto...