Psicologia clinica e oncologica: alle Molinette una struttura di valore europeo – Un evento ne illustra l’importanza

07/10/2019

CONDIVIDI

A Torino l’unica struttura italiana di Psicologica Clinica e Oncologica ospedaliera con risonanza europea

Importante appuntamento a Torino: la Psicologia Clinica e Oncologica il giorno 11 ottobre, nell’Aula Magna Dogliotti della Città della Salute e della Scienza (Presidio Molinette, corso Bramante 88) presenta dalle 8.30 alle 13.30 a tutta la cittadinanza ed alle associazioni dei Pazienti e del Volontariato, lo stato dell’arte della sua attività, oramai ventennale, che la vede impegnata soprattutto in ambito assistenziale, ma, come struttura universitaria, anche in aree di formazione e di ricerca.
E’l’unica struttura italiana di Psicologica Clinica e Oncologica ospedaliera, con risonanza europea per modelli di gestione ed interventi, e con caratteristiche formative, su medici e psicologi (corsi di Laurea, Master) uniche in Italia, nonché in ambito di Laurea in Scienze infermieristiche.

Vede una stretta collaborazione fra personale medico e personale psicologico che riesce a realizzare una completa integrazione degli interventi (farmacologici e psicoterapici) a vantaggio del malato.
La Psicologia Clinica e Oncologica si occupa del disagio emozionale dei Pazienti (e dei loro familiari) nel percorso delle grandi patologie (cancro, malattie cardio-cerebrovascolari, patologie algiche, disturbi in ambito ostetrico-ginecologico, grandi traumi, cure palliative, etc.).
Tale supporto necessita di strumenti di diagnosi precoce, di modelli diagnostici ed assistenziali specifici, di una presa in carico personalizzata, abitualmente protratti nel tempo.

Alcune peculiarità dell’attività della struttura sono anche il coordinamento psicologico dei centri antiviolenza (violenza sulle donne, sui bambini e maltrattamenti domestici), con tutte le implicanze psicologiche e legali derivanti, nonché la gestione (Progetto Famiglia) delle famiglie con minori in
cui la malattia di un genitore crei profondo disagio emozionale e sociale.
La struttura contribuisce in modo significativo alla spending review, riducendo i giorni di degenza (per contenimento degli stati emozionali), nonché il ricorso al Pronto Soccorso per motivi emozionali e la richiesta di accertamenti rassicurativi rivolti al Medico di Base.

La struttura si occupa della formazione dei futuri medici, già dai primi anni del corso di Laurea, preparandoli all’esperienza di incontro con il malato anche in situazioni di fine vita (soprattutto in hospice), anche questa unica realtà italiana in tal senso.
Per gli psicologi gestisce l’unico corso italiano di psiconcologia e cure palliative e l’unico master universitario italiano in cure palliative per formare anche gli psicologi alla difficile esperienza di accudimento del paziente in fine vita. L’interesse degli studenti per questi aspetti formativi è confermato dall’elevato numero di tesi di Laurea su tali argomenti richieste ogni anno.

L’attività di ricerca è condotta, come attestato dalle centinaia di pubblicazioni, nel contesto della peculiarità di applicazione delle psicoterapie in ambito di comorbilità e fine vita e sull’utilizzo dei farmaci in tali contesti (antidepressivi nel dolore, cannabinoidi, etc).
L’11 ottobre vuole portare a conoscenza della cittadinanza l’offerta assistenziale della Psicologia Clinica e Oncologica e la collaborazione, fondamentale, con le associazioni di volontariato, in particolare operanti in ambito oncologico.
A tale ricchezza di fattori si contrappone purtroppo la preoccupazione che l’assenza di assunzioni, di rinnovi contrattuali e spostamenti di personale possano fortemente limitare l’adeguato mantenimento di tali compiti.

Leggi anche

19/10/2019

E’ morto il bimbo di 3 anni colpito da un vaso – Si è spento al Regina Margherita

Si è spento all’ospedale Regina Margherita di Torino il bambino di appena tre anni rimasto schiacciato […]

leggi tutto...

19/10/2019

Successo per la cena solidale in favore del Gruppo Abele di Don Ciotti, nella magica cornice della Certosa 1515

Grande successo per la cena solidale alla Certosa 1515 di Avigliana. Lungo la strada che porta […]

leggi tutto...

19/10/2019

“Marocchino di m….!” – Nuova aggressione razzista a Torino, pestato perché la pallina della figlia colpisce una bimba

Ancora un’aggressione di stampo razzista a Torino. L’episodio è accaduto davanti all’Ipercoop di via Livorno. Un […]

leggi tutto...