Questore di Torino: “L’ ‘Asilo’ non era solo un centro sociale, ma il covo di una cellula sovversiva”

10/02/2019

CONDIVIDI

Nella giornata di ieri dodici manifestanti sono stati fermati dalla Polizia

Il giorno dopo gli scontri che hanno messo a ferro e fuoco Torino, in particolare in prossimità del centro nella zona del quartiere Vanchiglia, a seguito dello sgombero dell’Asilo Okkupato di via Alessandria, il questore di Torino ha fornito nuovi dettagli sull’operazione.

Alta tensione per ore, sabato 9 febbraio, lungo le strade di Torino: lancio di petardi e pietre all’indirizzo delle forze dell’ordine, nel corso della manifestazione non autorizzata di centinaia di antagonisti, anche un autobus di linea è stato assalito e vandalizzato fra la paura dei passeggeri.
Dodici manifestanti sono stati fermati dalla Polizia. La situazione nelle ultime ore si è finalmente calmata e il questore di Torino Francesco Messina ha spiegato:
“L’Asilo di via Alessandria non era un normale centro sociale, ma la base di una cellula sovversiva di un gruppo di anarco-insurrezionalisti sociali che propugna la sovversione dell’ordine democratico partendo dalla protesta di piazza”.
Quindi l’intervento delle forze dell’ordine:
“L’Asilo era il loro covo – ha aggiunto Messina -“Si tratta di un gruppo che ha esercitato per anni un controllo militare nel quartiere Aurora”

Leggi anche

17/10/2019

La Finanza ‘irrompe’ al Liceo Gioberti – Identificati i professori

“Un fatto di gravità inaudita” è quanto segnala il sindacato Cub scuola, descrivendo il blitz avvenuto […]

leggi tutto...

17/10/2019

Carne avariata e impastatrice sporchissima in ristorante etnico di Porta Palazzo – Denunciato il titolare

Questa mattina, giovedì 17 ottobre, Agenti della Polizia Municipale del Comando di Porta Palazzo, , hanno […]

leggi tutto...

17/10/2019

Minaccia di uccidersi dentro il Mc Donald’s di Porta Nuova – Lo salva la Polizia

La Polizia Ferroviaria di Torino Porta Nuova ha salvato un uomo italiano di 39 anni con […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy