Rabbia contro il 112 – Uomo colpito da ictus, i parenti attendono 40 minuti per avere risposta

03/11/2018

CONDIVIDI

Duro attacco all'organizzazione del sistema, dopo che i procedimenti aperti dalla procura di Torino sono stati archiviati

“L’imbuto delle comunicazioni telefoniche si basa sulla buona sorte di chi per primo troverà la linea libera” – è l’amara constatazione dei sindacati dei vigili del fuoco, che riunisce Conapo, Uil Pa VVf, Fns Cisl, Confsal, insieme ai sindacati di polizia, Siulp, Siap e Sap, e il sindacato Nursind degli infermieri, dopo il grave caso dell’uomo colpito da ictus ad Orbassano, in provincia di Torino.

I famigliari dell’uomo, in questa occasione, hanno dovuto attendere fino a 40 minuti per accedere al servizio. Un tempo praticamente infinito, che ha scatenato l’ira contro il 112.

“La concomitanza con le avversità meteorologiche ha determinato l”effetto imbuto’, sovraccaricando di richieste i vigili del fuoco e ostacolando il contatto con gli altri enti – hanno scritto i sindacati in un comunicato – “L’imbuto delle comunicazioni telefoniche si basa sulla buona sorte di chi per primo troverà la linea libera, ma questa non è certo una novità visto che il problema è già approdato più volte sul tavolo della magistratura”.

Poi il duro attacco all’organizzazione del sistema, dopo che i procedimenti aperti dalla procura di Torino sul 112 sono stati archiviati:

“Le inchieste giudiziarie accertano doverosamente i profili di responsabilità personale. Ma l’archiviazione del singolo individuo non assolve l’organizzazione del sistema. L’operatore che si attiene a rigide procedure senza avere facoltà di contestarle non ha nessuna colpa”.

Tags

112

Torino
Leggi anche

26/03/2019

Occupazione ex scuola di Barriera – Sciretti (Lega): “Intervenire subito, 6° circoscrizione non sia ricettacolo di tutti i problemi”

“La sesta circoscrizione non sia ricettacolo di tutti i problemi della Città di Torino”. L’occupazione dell’ex […]

leggi tutto...

26/03/2019

Occupazione Anarchici, le reazioni: “Nuovo Asilo non deve passare la notte o lo Stato perde braccio di ferro con anarchici”

L’occupazione della scuola Salvo D’Acquisto in via Tollegno a Torino accende nuove preoccupazioni sul territorio. Gli […]

leggi tutto...

26/03/2019

“L’Asilo Occupato è tornato” Gli anarchici occupano la scuola ex Salvo D’Acquisto “Pronti a lottare”

Con uno striscione appeso fuori dalla struttura gli anarchici hanno spiegato in una frase le loro […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy