Ronaldo spezza il sogno Champions granata. Ma la corsa all’Europa è più viva che mai

04/05/2019

CONDIVIDI

Il Torino in difesa è compatto, ma davanti poco pericoloso

Non poteva essere altri che Cristiano Ronaldo (e chi se no?) a spezzare il sogno Champions del Torino, vicinissimo ad un’impresa che lo avrebbe proiettato al quarto posto  in classifica.
Mancavano solo 6 minuti di gioco quando allo Stadium è piovuta un’altra prodezza del portoghese, un colpo di testa da marziano che ha superato l”insuperabile’, ossia Sirigu siglando il definitivo 1-1.
Il Toro aveva quasi approfittato di un calendario compiacente per disputare il derby.

Si trovavano di fronte una Juve ormai sazia e a fine stagione contro una squadra motivatissima.
Senza affondare troppo il colpo gli ‘ospiti’ dello Stadium avevano trovato subito il vantaggio, al 18′, con Lukic grazie ad un gentile omaggio di Pjanic che sbandava totalmente su una rimessa laterale. Alla vigilia della commemorazione per i 70 anni dalla tragedia di Superga, è questo il secondo omaggio che fanno i bianconeri ai granata, dopo il primo decisamente più onorevole e degno di menzione, dello striscione apparso in Curva Sud che recitava ‘Onore ai caduti di Superga’, accolto dagli applausi dello stadio.

Dopo il regalo di Pjanic e il vantaggio di Lukic è la Juve che si fa vedere dalle parti di Sirigu nel primo tempo più volte, con Matuidi, Ronaldo, Kean e ancora il portoghese.
Il Torino in difesa è compatto, ma davanti poco pericoloso e la Juventus spinge nella ripresa alla ricerca del pari.

Il Toro respinge colpo su colpo, ma Spinazzola è in grande giornata e all’ 84′ sul suo ennesimo cross, arriva la prodezza vincente di Ronaldo che vola ad altezze siderali e batte Sirigu.
1-1 finale, punteggio giusto. Il Toro può vedere il bicchiere mezzo pieno: con la vittoria allo Stadium, i granata si sarebbero proiettati ad un incredibile quarto posto, un risultato forse impensabile visto il buon campionato dei granata, ma non certo trascendentale.
Il pareggio dei padroni di una casa in cui pochissimi hanno raccolto punti, è quindi da accettare positivamente, perché mantiene vivissima la possibilità per i granata di entrare in Europa League, dà continuità di risultati ai ragazzi di Mazzarri, portandoli all’attuale 6° posto in classifica a 56 punti. Un piazzamento che a fine anno sarebbe da incamerare come un grande successo.
Ora le ultime partite saranno tutte finali per la squadra di Walter Mazzarri.

Leggi anche

17/07/2019

Un robot per combattere il cancro – Intervento ad alta tecnologia perfettamente riuscito a Torino

La nuova sfida dell’Istituto IRCCS di Candiolo (Torino), una struttura all’avanguardia, è puntare su una chirurgia […]

leggi tutto...

17/07/2019

Luca Zingaretti e l’addio a Camilleri: “Mi lasci con un senso incolmabile di vuoto”

oto”Dopo la scomparsa del popolarissimo scrittore Andrea Camilleri, 94 anni, papà del Commissario Montalbano e autore […]

leggi tutto...

17/07/2019

Allarme davanti a Decathlon – Uomo armato minaccia il suicidio

Con una pistola carica, con 15 colpi inseriti, si è recato davanti alla Decathlon di corso […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy