Rubavano moto a Torino con mossa fulminea, poi le rivendevano a pezzi – Ecco il video

29/01/2019

CONDIVIDI

La banda ne smontava i pezzi, poi li rivendeva sul mercato nero

E stata smantella dalla Polizia Stradale di Torino un’organizzazione dedita al furto di motoveicoli ed autoveicoli di vario tipo.

La banda ne smontava i pezzi, poi li rivendeva  sul mercato nero. L’indagine sono iniziate nel maggio dello scorso anno dopo furto di una Alfa Romeo Giulietta parcheggiata in corso Monte Cucco a Torino.
In quella circostanza gli investigatori erano riusciti a identificare un 49enne di Ciriè, soprannominato Mosneagul, ossia il” vecchio” in lingua rumena, per l’esperienza ‘maturata’ nel campo). Seguendo le mosse del “vecchio”, si scoprivano i suoi contatti con persone, tutte pregiudicate e dedite al furto di moto e auto.
Fra loro anche un altro quarantanovenne che non solo commetteva furti di auto, ma svolgeva anche il ruolo di custode di una grossa partita di droga.
Nel corso dell’indagine sono individuati e sequestri 12 veicoli di provenienza illecita e veniva emessa dal GIP del Tribunale Torino un’ordinanza di custodia cautelare che è stata eseguita all’alba di giovedì negli ultimi giorni da oltre 50 uomini del Compartimento Polizia Stradale Piemonte e Valle D’Aosta nei confronti di 12 persone, responsabili di furto e ricettazione di motocicli e autoveicoli.

Questo il video tratto da Pupia Crime

 

Leggi anche

22/03/2019

Ancora roghi e devastazione – Brucia una riserva naturale, fiamme alte dieci metri

E’ ancora emergenza incendi in queste ore: fiamme alte una decina di metri stanno distruggendo la […]

leggi tutto...

22/03/2019

Valore immobili a Torino– Crolla prezzo case a Madonna di Campagna e Lucento. Male anche San Salvario

Nel 2018 è aumentato il numero del le zone con differenze in termini di valori percentuale […]

leggi tutto...

22/03/2019

Allarme siccità nei campi – In grave crisi grano, orzo e foraggio

La lunga assenza di piogge è ormai un incubo per i campi piemontesi. L’allarme siccità continua: […]

leggi tutto...