Blocco del traffico

Smog alle stelle a Torino, allarme dei medici “Alto rischio cancro ai polmoni e alla vescica”

03/01/2020

CONDIVIDI

Nuovo allarme lanciato dall'Ordine dei medici contro l'inquinamento

Nuovo allarme lanciato dall’Ordine dei medici contro l’inquinamento che avvolge la città di Torino. Lo smog è alle stelle ed è tornato il blocco del traffico in città.

Ma le preoccupazioni restano altissime per la salute dei cittadini. Le ultime ricerche mediche hanno infatti accertato un rischio elevato per la salute, numerose patologie causate dallo smog, un’emergenza da affrontare immediatamente.

Già all’inizio di dicembre un convegno dell’Ordine dei camici bianchi aveva approfondito le terribili conseguenze che derivano dall’esposizione all’aria inquinata.
E i rischi non sono collegati soltanto alla tosse persistente, alle bronchiti nei casi piu’ gravi  ai tumori al polmone.
Sono colpiti in particolare i soggetti a rischio, come i bambini la cui funzionalità polmonare può essere alterata.
Riporta Repubblica che secondo i dati diffusi da Arpa e relativi allo studio Med Hiss, l’aspettativa di vita per i torinesi, nel 2010, era di 24,7 mesi in meno ai dati italiani, mentre la media del Piemonte si fermava al 9,6.
La pessima qualità dell’aria ha ripercussioni gravissime: problemi respiratori e cardiovascolari o peggio, evidenzia l’Ordine dei Medici, vasculopatie cerebrali, enfisemi, insufficienze respiratorie, asma, broncopneumopatia cronico costruttiva.
Anche il cancro della vescica, è emerso, è associato all’inquinamento secondo Iarc, l’Agenzia internazionale sulla ricerca del cancro”.

E persino il diabete ha a che fare con la qualità dell’aria, poiché spiegano dall’Ordine dei Medici: “L’attivazione infiammatoria crea una resistenza all’insulina”.
Insomma, oltre l’invito ai torinesi a privilegiare un’alimentazione che privilegi frutta e verdura, ricca di antiossidanti, la battaglia nella città della Mole deve essere compiuta contro lo smog, causa di gravissime e numerose patologie che colpiscono una quantità di persone sempre maggiore.

Leggi anche

18/01/2020

“Il Monviso è a rischio crollo” – Paura per il drammatico annuncio

Il sopralluogo effettuato dai geologi dell’Arpa ha portato al drammatico annuncio. Le preoccupazioni sono aumentate dopo […]

leggi tutto...

18/01/2020

Troppe aggressioni negli ospedali di Torino – Arriva la vigilanza armata

Vigilantes armati, posizionati negli ospedali torinesi dal primo febbraio per scongiurare nuovi episodi di violenza. E’ […]

leggi tutto...

18/01/2020

Trapianto di organi – Torino è la città dei record

Trapianto di organi: è record italiano per il nostro territorio. Il Piemonte è la regione leader […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy