Smog si cambia – Niente blocco auto per chi ha reddito basso

10/07/2019

CONDIVIDI

Molti i 'fronti aperti' fra Comune di Torino e Regione Piemonte

Le misure emergenziali entreranno in vigore dal primo ottobre e accoglieranno un compromesso che verrà illustrato oggi dall’assessore all’Ambiente Matteo Marnati e dal collega alle Attività produttive Andrea Tronzano, davanti alle 54 sigle del mondo economico convocate in Regione.

Anche per quest’anno sono previste le stesse deroghe riservate alle categorie per le quali sono indispensabili l’utilizzo di auto o furgone.

La deroga per i veicoli commerciali di artigiani e piccole imprese e ambulanti dei mercati doveva valere solo lo scorso inverno, per consentire alle categorie interessate di mettersi in regola e sostituire i veicoli più inquinanti. Ma è stata prolungata anche per quest’anno e permetterà alle categorie sopra citate di circolare fino alle 8,30, poi dalle 14 alle 16 e dopo le 19.

Confermate invece le limitazioni ormai ‘abituali’: stop ai diesel fino all’Euro 3 compreso dalle 8 alle 19 dal lunedì al venerdì. E blocco agli Euro 4 dopo quattro giorni consecutivi di Pm10 oltre i limiti e agli Euro 5 dopo dieci giorni.

La principale novità è emersa dopo il primo vertice sulla qualità dell’aria che ha coinvolto i 33 comuni dell’area metropolitana (con in testa Torino) e la nuova amministrazione regionale.
La nuova deroga consentirà a tutti i cittadini con Isee inferiore a 14 mila euro di circolare liberamente, anche con un mezzo vietato dalle limitazioni al traffico.

Questa la proposta è della Regione accolta dagli altri comuni: chi ha un reddito basso e non si può permettere un’auto nuova deve poter ugualmente circolare.

Per quanto riguarda il comune di Torino si discuterà certamente in modo acceso con la Regione su molti fronti aperti, dai blocchi allo smog alla Ztl: previsti nei prossimi giorni nuovi incontri fra gli assessori ad Ambiente e Trasporti Unia e Lapietra e gli assessori regionali Marnati e Gabusi.

Leggi anche

22/10/2019

“Hanno bruciato la Cavallerizza con la benzina” – L’inquietante accusa dei ragazzi del Collettivo

“Lì dentro non c’era nessuno. Noi lo sappiamo bene, quello spazio era solo un magazzino pieno […]

leggi tutto...

22/10/2019

Troppi delinquenti, chiuso bar di corso Sebastopoli – Lo scrivono gli stessi titolari

Sono stati gli stessi titolari a comunicare con un cartello la chiusura del bar di corso […]

leggi tutto...

22/10/2019

Maltempo e paura in Piemonte – Muore un tassista travolto dall’acqua

Continua l’ondata di maltempo in Piemonte. Coinvolta in particolare la provincia di Alessandria, che ha trascorso […]

leggi tutto...