Straniero in attesa di rimpatrio muore al Cpr – Roghi di protesta

08/07/2019

CONDIVIDI

Le condizioni del ragazzo si sono probabilmente aggravate a causa del grande caldo

Il suo corpo è stato trovato questa mattina, lunedì 8 luglio. Un bengalese di 32 anni è morto nel centro di permanenza e rimpatrio di via Santa Maria Mazzarello, a Torino.

Secondo il responso del medico legale il decesso è avvenuto per cause naturali: le condizioni del ragazzo si sono probabilmente aggravate a causa del grande caldo. Avviate in queste ore le indagini da parte della polizia.

Dopo il ritrovamento del corpo si è scatenata la protesta degli altri migranti che hanno appiccato roghi nel centro. La polizia ha calmato gli animi, spiegando ai presenti che il decesso è avvenuto per cause naturali.

 

Leggi anche

15/09/2019

Tragico incidente in corso Unione – Ragazzo travolto da una Panda, muore all’ospedale

Tragico incidente questa notte, intorno all’1.10 in corso Unione Sovietica, a Torino. Mattia Attademo, centauro di […]

leggi tutto...

15/09/2019

Cpr di Torino ancora nel caos – In 4 tentano la fuga, picchiato un addetto alla sicurezza

Hanno tentato di fuggire quattro ospiti del centro di permanenza per il rimpatrio di corso Brunelleschi, […]

leggi tutto...

14/09/2019

In arrivo 30 nuovi tram per la rete di Torino – Saranno realizzati da Hitachi

Saranno prodotti da Hitachi i nuovi tram di Torino. GTT, annuncia il Comune, ha completato l’analisi […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy