Super esplosivo sequestrato a Torino nei controlli per Capodanno -Tre arresti

30/12/2019

CONDIVIDI

Intervento degli agenti della Divisione PAS

Sabato mattina, gli agenti della Divisione PAS hanno arrestato un cittadino italiano di 30 anni. Avuta notizia che l’uomo deteneva numeroso materiale esplodente di elevata potenza, gli agenti hanno perquisito la sua abitazione in un condominio di Rivoli.

Qui i poliziotti hanno trovato numerosi artifizi pericolosi alcuni dei quali utilizzabili solo ad uso solo professionale o da parte di persone specializzate. Altri fuochi sono risultati privi di classificazione e pericolosi poiché costruiti artigianalmente senza garanzia sulle modalità di produzione e sicurezza, essendo ignota la stabilità della sostanza esplosiva contenuta all’interno.

Gli agenti hanno anche appreso che il trentenne era in attesa di ritirare un pacco di una cinquantina di chili in giacenza presso un corriere di Orbassano, al cui interno verosimilmente vi era altro materiale pirotecnico illegale, con le stesse caratteristiche di pericolosità di quello rinvenuto nell’abitazione dell’arrestato. Dopo aver sequestrato il pacco, i poliziotti hanno poi appurato che dal medesimo destinatario, il reo aveva ricevuto, una settimana prima, un altro pacco del peso di oltre 70 chili.

Solo alcuni giorni prima i poliziotti avevano fatto una scoperta simile. Nella serata di sabato 21 dicembre, prima dell’incontro di calcio Torino-Spal, in piazzale Grande Torino, all’esterno dello stadio, era stata accesa, lanciata e fatta esplodere da un gruppo di persone una bomba carta. Nella circostanza, gli agenti della Divisione PAS avevano fermato un trentunenne e un ventiduenne entrambi italiani. Quest’ultimo era stato trovato in possesso di un’altra bomba carta, artifizio tra l’altro vendibile solo nei depositi di esplosivi all’ingrosso a professionisti del settore. Altro materiale esplodente era stato poi trovato anche nell’alloggio del reo. Il giovane era stato arrestato per il possesso di artifizi pirotecnici in occasioni di manifestazioni sportive.

Anche a casa del trentunenne gli agenti avevano trovato una bomba carta e anche in questo caso gli agenti avevano scoperto che l’uomo, anch’egli arrestato, era in attesa di un pacco poi rinvenuto e sequestrato giorni dopo nel deposito di un corriere a Trofarello e risultato contenere artifizi pirotecnici, di alcuni dei quali è vietata la vendita.

Leggi anche

Torino

/

19/01/2020

Trapianto di organi – Record italiano per la Città della Salute e della Scienza

Trapianto di organi: è record italiano per il nostro territorio. Il Piemonte è la regione leader […]

leggi tutto...

Torino

/

19/01/2020

Aereo si schianta nella piazza centrale del paese – Muore il pilota

Incidente mortale nel pomeriggio di sabato 18 gennaio. Un aereo ultraleggero è precipitato nella zona del […]

leggi tutto...

Torino

/

19/01/2020

Aggressioni negli ospedali arriva la vigilanza armata

Troppe aggressioni negli ospedali di Torino: la soluzione è la vigilanza armata. Vigilantes armati, posizionati negli […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy