Torino 5G – Dal capoluogo piemontese il Progetto pilota che cambierà la mobilità nel 2019

03/11/2018

CONDIVIDI

Una rivoluzione che va oltre la guida autonoma e che riguarda aspetti collettivi di trasporto

A Torino il primo test del progetto pilota che dal 2019 cambierà non solo la mobilità ma anche la connettività delle città italiane: una rivoluzione per la connessione tra auto e infrastrutture cittadine, un passo decisivo per la guida autonoma.

Tim, con la collaborazione del Comune di Torino, ha scelto il capoluogo piemontese: qui sarà lanciata la connessione 5G e installata, grazie alla collaborazione di Ericsson e Politecnico di Torino, la prima antenna 5G ad alta velocità che offrirà collegamenti ultrarapidi, informazioni con la massima precisione sia per chi guida, sia per coloro che lavorano nell’ambito del controllo urbano e della sicurezza.

Gli esperti dicono che il futuro è qui; una rivoluzione che va oltre la guida autonoma e che riguarda aspetti collettivi di trasporto, per persone o per finalità commerciali. Una new mobility che necessita ancora, tuttavia, di nuove regole sul traffico, nuove norme sull’individuazione della responsabilità civile per la parte assicurativa.
Tutti aspetti che dovranno essere presi in considerazione per lo sviluppo di un progetto, già sperimentato a Torino, che potrà cambiare la mobilità a partire dal 2019.

Leggi anche

26/03/2019

Occupazione ex scuola di Barriera – Sciretti (Lega): “Intervenire subito, 6° circoscrizione non sia ricettacolo di tutti i problemi”

“La sesta circoscrizione non sia ricettacolo di tutti i problemi della Città di Torino”. L’occupazione dell’ex […]

leggi tutto...

26/03/2019

Occupazione Anarchici, le reazioni: “Nuovo Asilo non deve passare la notte o lo Stato perde braccio di ferro con anarchici”

L’occupazione della scuola Salvo D’Acquisto in via Tollegno a Torino accende nuove preoccupazioni sul territorio. Gli […]

leggi tutto...

26/03/2019

“L’Asilo Occupato è tornato” Gli anarchici occupano la scuola ex Salvo D’Acquisto “Pronti a lottare”

Con uno striscione appeso fuori dalla struttura gli anarchici hanno spiegato in una frase le loro […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy