“Torino sempre più ai margini e destinata all’irrilevanza, non solo per Olimpiadi” – Duro attacco alla sindaca Appendino

CONDIVIDI

A quasi un anno e mezzo dall’insediamento di Chiara Appendino a Palazzo Civico e dopo l’addio alla possibilità di candidare Torino come sede ospitante dei giochi invernali 2026, è duro l’attacco sull’operato della prima cittadina e della sua giunta, rivolto dal capogruppo dei Moderati in Comune Silvio Magliano.

Magliano non limita il suo discorso alle mancate Olimpiadi, una grossa perdita a suo avviso per la città, ma anche alla carenza di interventi per ciò che riguarda le problematiche periferie torinesi e le infrastrutture. Il consigliere vede per la città un futuro alquanto fosco.

“La scelta di Milano e Cortina per i Giochi invernali 2026 – attacca Magliano – “è un caso paradigmatico di ciò che ci aspetterà, come città, nei prossimi anni, su tanti altri fronti. I Cinque Stelle stanno portando Torino a una dimensione di irrilevanza e non sono in grado neanche di interloquire proficuamente con un Governo centrale del loro stesso colore. Questa Amministrazione dello stesso colore politico del Governo, non è neanche in grado di interloquire con Roma in maniera utile e proficua per gli interessi torinesi. Sulle Olimpiadi – aggiunge il consigliere – “Appendino chiama e Di Maio non risponde. Prepariamoci ad assistere alla stessa dinamica su tanti altri temi, quali per esempio periferie e infrastrutture.
Chi si aspettava l’apertura di un canale diretto e privilegiato con il Governo è rimasto deluso. Non condividendo nulla dell’ideologia e delle politiche pentastellate – conclude il Capogruppo dei Moderati – “avremmo perlomeno sperato in dinamiche di vicinanza in grado di trasformarsi in un volano di opportunità e risorse per Torino. Invece, niente. La nostra città è sempre più lontana anche dal Governo; è sempre più fuori dal dibattito pubblico”.

Leggi anche

20/01/2019

Il suo cuore smette di battere- Salvato in emergenza al Pronto Soccorso del Mauriziano

E’ stato salvato dai medici direttamente in una saletta del pronto soccorso dell’ospedale Mauriziano, a Torino, […]

leggi tutto...

20/01/2019

Omicidio all’Ex Moi – “Troveremo l’assassino, nessun crimine fermerà lo sgombero”

L’assassinio di Andrew Yamine, nigeriano di 33 anni colpito all’interno delle palazzine ex Moi con un […]

leggi tutto...

20/01/2019

Carabiniere investito da un pusher in bicicletta – Inseguito e arrestato

In sella alla propria bicicletta si spostava agevolmente e incontrava i clienti per spacciare droga. Un […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy