“Trattati come cani” – Claviere, il caso si allarga. In estate stranieri scaricati ogni giorno in Italia

CONDIVIDI

L’episodio immortalato dal video che ha aperto le indagine da parte della procura di Torino e che vede operatori della gendarmerie francese abbandonare migranti extracomunitari in territorio italiano non è stato certo un caso isolato.

Secondo le ricostruzioni di alcuni testimoni che abitano a Claviere, il via via di migranti, trasportati e abbandonati dalla gendarmerie,  quest’estate era continuo.

I doganieri francesi trasportavano i migranti per poi abbandonarli. In Agosto arrivavano in Italia anche 3 volte al giorno: prima senza alcuno scrupolo, poi, di fronte a qualche proteste degli abitanti  che osservavano questi spostamenti continui, si è deciso di lasciarli in luoghi più appartati, vicino ad un bosco.

Ma la sostanza non cambia: l’abbandono di migranti era talmente frequente da esser considerata ormai come una cosa normale. E quel che è peggio è che, secondo le testimonianze, i migranti non venivano consegnati alla polizia italiana, ma il comando che gli era dato era di non tornare più sul suolo francese per evitare guai.

Sul caso, su cui continuano le indagini della procura di Torino, è intervenuto anche il presidente della Regione Sergio Chiamparino, che ha sottolineato come sia vergognoso trattare uomini come cani, abbandonati per la strada.

“Vergognoso trattarli come i cani abbandonati in autostrada. Sono comportamenti anche peggiori dell’aver violato delle convenzioni – ha dichiarato  Chiamparino, ripreso da La Stampa. “Questi sono fatto sui quali è necessario indagare. esistono delle regole. E chi ha il dovere di farle rispettare nel proprio paese deve rispettarle ovunque e anziché parlare di persone si parla dei migranti come fossero cose, come i cani abbandonati sulle autostrade. Tutto questo contrasta con quello che dovrebbe essere un senso civile comune ed è la cosa di gran lunga peggiore”.

Leggi anche

16/11/2018

Ritorna il caso disperato di via Aosta – Alessi “Situazione igienica inaccettabile, il Comune sta a guardare?”

Dopo alcuni giorni è ritornato il senza tetto che vive in condizioni di igiene alquanto precarie […]

leggi tutto...

16/11/2018

Il ritorno del Lupo nelle vallate del Torinese – “Ucciderlo è un reato”

Il ritorno del lupo è un fenomeno naturale. Ucciderlo è un reato punito dalla legge. La […]

leggi tutto...

16/11/2018

Arrestato barista – Nacondeva droga sotto il registratore di cassa

E’ stato arrestato per spaccio un 48enne italiano residente a Cuorgnè. I carabinieri locali hanno controllato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy