Un’orda di ubriachi è salita a Porta Susa senza biglietto – Intensi controlli Polfer nelle festività

10/01/2019

CONDIVIDI

L’intervento risolutivo di Polizia ha consentito a tutti di poter riprendere il viaggio

I servizi straordinari di vigilanza e monitoraggio della Polfer nelle stazioni piemontesi e della Valle d’Aosta si sono concentrati nei giorni antecedenti il Natale, la notte di San Silvestro e l’Epifania con specifici controlli a viaggiatori e bagagli, nei giorni 20 e 21, 28, 29 e 31 dicembre.
Grande attenzione il 04 e 05 gennaio dove si è assistito ad una massiccia fase di rientro dalle festività e il 06 gennaio, coinciso con il maggior transito legato all’inizio dei saldi .

Nel periodo di attenzione, dal 18 dicembre al 06 gennaio, sono state identificate 5088 persone, 400 in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, di cui 1562 straniere, 209 i minori, complessivamente, 1578 a bordo treno durante i servizi di scorta ai convogli; 4 i minorenni rintracciati e restituiti alle comunità o famiglie da cui si erano allontanati, mentre i soggetti denunciati in stato di libertà sono stati 22 e 4 gli arrestati.

Fra i numerosi interventi, informa la Questura, spicca il caso della sera del 31 dicembre, alle ore 20.00, quando il Capotreno del Torino PN – Milano Centrale, ha richiesto l’intervento della Polfer per una cinquantina di giovani saliti a Porta Susa, concentrati in una carrozza, tutti senza biglietto, in molti ubriachi e con cani al seguito, non intenzionati a regolarizzarsi.
La Sala Operativa ha così inviato personale della Specialità e la Questura il supporto con le volanti e personale specialistico.
Il personale di Polizia si è disposto a sbarramento per consentire ai viaggiatori regolari le operazioni di trasbordo sul treno successivo in tutta sicurezza e al personale FS di procedere al controllo individuale dei titoli di viaggio.
L’intervento risolutivo di Polizia ha consentito a tutti di poter riprendere il viaggio, compresi alcuni dei viaggiatori inizialmente sprovvisti di biglietto e regolarizzatisi nel frattempo, prevenendo intemperanze con danni a persone strutture o cose. Gli autori identificati dell’interruzione di pubblico servizio sono stati deferiti alla A.G. dalla Polfer di Porta Susa.

Infine il primo arresto del nuovo anno è avvenuto la mattina del primo gennaio nell’atrio di Porta Nuova: si tratta di un cittadino italiano 43enne domiciliato a Torino che aveva tentato inutilmente di sottrarsi a un controllo di personale della Squadra di Polizia Giudiziaria compartimentale in borghese.
A suo carico risultava un Ordine di Esecuzione per la Carcerazione del Tribunale di Torino di mesi 4 per furto: l’uomo è stato arrestato.

Leggi anche

22/03/2019

Ancora roghi e devastazione – Brucia una riserva naturale, fiamme alte dieci metri

E’ ancora emergenza incendi in queste ore: fiamme alte una decina di metri stanno distruggendo la […]

leggi tutto...

22/03/2019

Valore immobili a Torino– Crolla prezzo case a Madonna di Campagna e Lucento. Male anche San Salvario

Nel 2018 è aumentato il numero del le zone con differenze in termini di valori percentuale […]

leggi tutto...

22/03/2019

Allarme siccità nei campi – In grave crisi grano, orzo e foraggio

La lunga assenza di piogge è ormai un incubo per i campi piemontesi. L’allarme siccità continua: […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy