Valore immobili a Torino– Crolla prezzo case a Madonna di Campagna e Lucento. Male anche San Salvario

22/03/2019

CONDIVIDI

L’area centrale intorno a piazza San Carlo ha registrato un aumento significativo quest’ultimo anno

Nel 2018 è aumentato il numero del le zone con differenze in termini di valori percentuale prossime allo zero. Poche ma decise sono le oscillazioni in positivorispetto all’anno precedente. In generale la risalita dei prezzi appare lenta e fragile. I prezzi medi al metro quadro viaggiano tra meno di 900 euro a Barriera di Milano, Lucento ai 4mila euro di piazza San Carlo.

Le zone dove si riscontrano le maggiori perdite di valore tra il 4,8% e il 9% sono quelle periferiche come Lucento e Vallette (prezzo medio mq 868 euro) e Madonna di Campagna (1.061 euro al mq), cui si aggiungono alcune aree più vicine al centro città, Nizza Mille fonti ( – 4,5% , 1.824 euro), San Salvario( -4,5% , 1.998 ) , Crocetta ( – 3,9% , 2.400 ), Lingotto ( – 3,4 %, 1.211 ).
“Le problematiche sociali legate all’immigrazione o le criticità infrastrutturali pesano notevolmente sulle quotazioni”, spiega Lucia Vigna, vice presidente Fiaip Torino.
“La riqualificazione urbana ha un ruolo chiave nella valorizzazione degli immobili – continua – “La demolizione del cavalcavia di corso Grosseto ha infatti immobilizzato la viabilità penalizzando il mercato immobiliare di quell’area. Così come la situazione dell’ex Moi e i cantieri fermi della metro e del grattacielo della Regione incidono negativamente sui valori delle abitazioni di quelle zone. La risoluzione delle problematiche relative alla circolazione stradale che coinvolge piazza Baldissera con l’ apertura di corso Ve nezia con probabilità porterà nuovo ossigeno a un quartiere attualmente poco appetibile”.
A stupire è San Salvario che contrariamente al 2017, in cui aveva perso solo 1,9%, nel 2018 vede scendere i prezzi del 4,5%.“ San Salvario aveva recuperato appeal nel 2015, un’annata dai valori medi poco felici – spiega Claudia Gallipoli delegata ai rapporti istituzionali di Fiaip – quest’anno invece, complici , da una parte una movida eccessiva e dall’altra l’insicurezza che permane in alcune vie, perde alcuni punti percentuali e non tiene la relativa stabilità di valore del 2017”.
I valori degli immobili in Crocetta continuano a scendere e al – 3,5% del 2017 si passa a – 3,9% del 2018 . Il motivo è presto detto: “L’offerta immobiliare non risulta in linea con le nuove esigenze del mercato – prosegue Gallipoli – . “Gli appartamenti hanno metrature ampie, anche di 300, 350 metri quadri, con spese condominiali enormi. Non è infrequente che questi grandi alloggi siano acquistati da imprese di costruzioni per essere frazionati. Inoltre, è un’area pressoché residenziale e anche chi è cresciuto in Crocetta tende a spostare la propria abitazione indipendente verso il centro, che risulta più servito e vivace”.
Le aree in cui i prezzi registrano un netto segno positivo sono la centralissima piazza San Carlo (5%), Cit Turin ( 3%), Borgo San Paolo (2,6%) e San Donato (1,3%) .
In sensibile aumento i quartieri dove i prezzi si sono stabilizzati, intorno al più o meno zero per centro: Gran Madre – Crimea (0,2% , prez zo medio mq 3.431 euro), Borgo Vittoria (0,3% , 1267 euro), Cavoretto (0,1% , 2.081 euro ), piazza Statuto (0,8% , 2.681 euro ), piazza Vittorio Veneto (1% , 3.329 euro ), Regio Parco – Barca (0,9% , 1.212 euro ), Madonna Pilone – Sassi – Bertolla ( – 0,3% , 2.082 euro ) , Vanchiglia – Vanchiglietta ( – 0,4% , 2.425 euro ). Mirafiori nord (0,4% , 1.505 euro) e Mirafiori sud (0,5% , 1.344 euro) hanno un buon recupero sui prezzi rispetto a l – 3 ,1 e – 3,8% del 2017.
“L’area centrale intorno a piazza San Carlo ha registrato un aumento significativo quest’ultimo anno anche grazie a importanti riqualificazioni; ad esempio le ristrutturazioni all’insegna del lusso che ci sono state in via Arcivescovado e in via Alfieri”, spiega Claudia Gallipoli .
Piazza Statuto sta recuperando i valori negativi del 2015 ( – 6,8%) e del 2016 ( – 4,%) grazie all’ultimazione dei lavori per il sottopasso di corso Inghilterra – corso Principe Oddone. Un’arteria viaria di cui ha beneficiato anche l’area di San Donato. Complessivamente le tre zone del centro San Carlo, Statuto, Vittorio Veneto hanno registrato un’oscillazione del più 2,2%.

Leggi anche

24/08/2019

Con le gambe a penzoloni rubava dentro un’auto – Scoperto e arrestato dalla Polizia

I poliziotti del Commissariato “Centro”, in servizio di volante, lo hanno notato, nel primo pomeriggio di […]

leggi tutto...
Motociclista morto

24/08/2019

Ubriaco dà fuoco al Pronto Soccorso – Arrestato dai carabinieri

E’ stato arrestato dai carabinieri un 41 enne italiano che in preda alla follia ha dato […]

leggi tutto...

24/08/2019

Invasione di cinghiali in Piemonte- L’allarme di Coldiretti “Pericoli sulle strade e danni all’agricoltura”

Troppi, in continua crescita, e con molti danni all’agricoltura. Troppi incidenti sulle strade: Uncem sta con […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy