“Zero rimborsi ai pendolari di Torino e Provincia. Ma ora aumenteranno le sanzioni ai gestori del trasporto pubblico”

05/12/2018

CONDIVIDI

In questo modo sarà possibile aumentare le risorse per il cosiddetto “bonus” ai pendolari

“Nel bonus pendolari – spiega Federico Valetti, Consigliere regionale M5S Piemonte e Vicepresidente Commissione regionale Trasporti – “è escluso chi viaggia nell’area metropolitana di Torino, quella chiamata ‘formula’. In questo provvedimento della regione non sono compresi migliaia di pendolari che ogni giorno si muovono da e verso il capoluogo. Di fatto stiamo parlando della metà dei viaggiatori del Piemonte. Agli altri va un rimborso simbolico”.

Valetti attacca il provvedimento ma aggiunge che grazie alla battaglia portata avanti dal Movimento 5 Stelle la legge regionale prevederà sanzioni maggiori per i ritardi degli operatori del servizio di trasporto pubblico, a vantaggio delle risorse per il ‘bonus’.

“La manovra della Giunta – spiega il consigliere – “nasconde un’irritante presa in giro: lo chiamano bonus per nascondere la mancanza di un vero rimborso. Servirebbe infatti un vero e proprio risarcimento per i disagi subiti quotidianamente dai cittadini. Nei documenti della Regione viene infatti definito correttamente come “ristoro servizi Trenitalia”.
Grazie ad una lunga battaglia del Movimento 5 Stelle – conclude – “la legge regionale prevederà sanzioni più salate per i ritardi degli operatori del servizio di trasporto pubblico. In questo modo sarà possibile aumentare le risorse per il cosiddetto “bonus”.

Leggi anche

26/04/2019

Indossa costume da donna per compiere un furto

Aveva indossato, sotto il giubbotto, un costume da donna per meglio nascondere e trasportare la merce […]

leggi tutto...

26/04/2019

Ruba droni da 3000 euro a Mediaworld – Arrestata una donna

E’ stata arrestata una donna di 38 anni residente a Torino per il furto di due […]

leggi tutto...

26/04/2019

Controlli a tappeto in stazione nel ponte pasquale – Quasi 2000 persone identificate

Il Compartimento Piemonte e Valle d’Aosta ha assicurato, fin dalla chiusura delle scuole, una presenza significativa […]

leggi tutto...