26/09/2023

Territorio

A Torino nasce il più grande Sistema bibliotecario in Italia – Un “circuito” da record. Il progetto

CONDIVIDI

A Torino nasce il più grande Sistema bibliotecario in Italia – Un “circuito” da record. Il progetto

Entra nel vivo il percorso di realizzazione di un nuovo Sistema Bibliotecario che mette in rete le Biblioteche civiche torinesi e quelle aderenti allo SBAM – Sistema Bibliotecario dell’Area Metropolitana torinese. Un progetto ambizioso, il più grande d’Italia, che consente la circolazione sul territorio di uno straordinario patrimonio di libri e documenti e di opportunità per tutti.

 

Nasce BI.TO, un sistema integrato con un enorme patrimonio di libri, documenti, giornali e riviste in un unico grande catalogo e un’unica tessera, un progetto che coinvolge le biblioteche pubbliche dei 70 Comuni aderenti al Sistema Bibliotecario dell’Area Metropolitana (SBAM) e le Biblioteche Civiche Torinesi, in accordo con la Regione Piemonte.

Il Sistema Bibliotecario Urbano di Torino (SBU) è composto da 18 sedi e dal Bibliobus itinerante, che ogni giorno, da cinque anni, porta i servizi delle biblioteche in modo capillare su tutta l’area della città di Torino, mentre il Sistema Bibliotecario dell’Area Metropolitana torinese (SBAM) riunisce biblioteche pubbliche, private e scolastiche della cintura torinese, coordinate dal 2004 dalle biblioteche capofila di Beinasco, Chieri, Chivasso, Collegno, Moncalieri e della Fondazione Esperienze di Cultura Metropolitana di Settimo Torinese.

 

Attualmente, gli iscritti complessivi ai due sistemi sono oltre 750mila e 1milione e 700mila sono i prestiti di documenti annui. BI.TO, il cui nome è stato scelto tramite un sondaggio online a cui hanno partecipato circa 35mila cittadine e cittadini, rappresenta il più grande circuito integrato di un’area metropolitana in Italia, che risponde alle esigenze di un bacino di oltre 2milioni di abitanti, con oltre 4 milioni di titoli disponibili. Un servizio straordinario e accessibile, che traduce in realtà le direttive della legge regionale del 2018 che auspica la creazione di sinergie fra i sistemi bibliotecari, al fine di migliorarne l’efficienza e l’efficacia dei servizi.

 

La Presidente della Conferenza di Sistema dello SBAM, Laura Pompeo, dichiara con soddisfazione: “Un risultato perseguito con determinazione a partire dal 2015 e finalmente raggiunto. Con circa 70 biblioteche su un bacino di circa 840mila utenti, con un catalogo unico di 2milioni di documenti gratuiti tra libri, giornali, dvd, e-book e risorse multimediali, con oltre 1 milione di prestiti all’anno – di cui 100mila con il servizio di circolazione libraria – e più di mille iniziative all’anno, il circuito SBAM è uno dei più attivi in Italia. Ricordiamo che fa parte dello SBAM anche la nuova Biblioteca di pubblica lettura dell’ospedale San Luigi di Orbassano: un’esperienza pilota in Italia, in continuità rispetto alle attività che da oltre 20 anni le biblioteche svolgono nelle corsie degli ospedali. La nuova struttura estesa permetterà di far crescere ulteriormente l’offerta culturale rivolta ai nostri territori. Un ringraziamento particolare va a tutti i bibliotecari: il loro impegno ha consentito il passaggio fondamentale dell’adozione di un applicativo condiviso”.

Il progetto si svilupperà in due fasi. La prima, di analisi e studio, prevede l’adozione di un nuovo software gestionale da parte del Sistema bibliotecario dell’Area metropolitana, in condivisione con quello delle Biblioteche civiche torinesi – passo necessario per avviare il servizio di circolazione libraria fra i due sistemi. In questa prima fase il prestito interbibliotecario non sarà ancora attivo, ma i lettori potranno già individuare, dal proprio catalogo di riferimento, i libri e i documenti presenti nell’altro, grazie all’implementazione di un sistema di interrogazione reciproca dei dati. La seconda fase prevede l’effettivo coordinamento e integrazione delle attività per la gestione di servizi condivisi, come ad esempio il prestito intersistema, la partecipazione a manifestazioni culturali e progetti comuni.

Le circa 90 biblioteche del nuovo sistema condivideranno, inoltre, obiettivi di sviluppo e forme di cooperazione con altre istituzioni. Le biblioteche pubbliche sono il presidio culturale più diffuso sui territori, promotrici di molteplici attività sociali e formative per ogni fascia d’età, che le rendono luoghi di inclusione, socializzazione e partecipazione, al passo con i tempi anche dal punto di vista tecnologico. Un modello di cooperazione in costante aggiornamento rispetto ai servizi erogati, per rispondere appieno alle diverse esigenze dei lettori e dei cittadini.

 

21/06/2024 

Territorio

Torino – Controlli straordinari su autobus e tram in zona Porta Nuova: una persona su 5 senza biglietto

Torino – Controlli su autobus e tram in zona Porta Nuova: una persona su 5 trovata […]

leggi tutto...

21/06/2024 

Territorio

Lavoro a Torino – Mc Donald’s assume manager e operatori. Tutte le Info

Lavoro a Torino – Mc Donald’s torna ad assumere manager e operatori Mercoledì  26 giugno a […]

leggi tutto...

21/06/2024 

Baggio rapinato e picchiato nella sua villa durante Italia-Spagna – Terrore per l’ex campione

Baggio rapinato e picchiato nella sua villa durante Italia-Spagna – Terrore per l’ex campione azzurro Roberto […]

leggi tutto...

21/06/2024 

Sport

Europei, l’Italia subisce una lezione di calcio – Fra gli Azzurri e la Spagna una distanza siderale

Europei, la Spagna ci dà una lezione di calcio: una distanza siderale. L’Italia ha subito una […]

leggi tutto...

20/06/2024 

Torino – Tornano il cielo Sahariano e le possibili “piogge rosse”. Le previsioni

Torino – Tornano il cielo Sahariano e le possibili “piogge rosse”. Le previsioni Un nuovo afflusso […]

leggi tutto...

20/06/2024 

Territorio

Torino – “Salvate il Museo Egizio”, scendono in campo scienziati e archeologi. Chi sarà il nuovo direttore?

Torino – “Salvate il Museo Egizio”, scienziati e archeologi intervengono: chi sarà il nuovo direttore? Negli […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy