13/09/2023

“Basta morti sul lavoro”. Il duro attacco di Mattarella: “Lavorare non è morire, vittime ci dicono che non stiamo facendo abbastanza”

CONDIVIDI

“Lavorare non è morire” – è il forte messaggio condiviso dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, in una lettera-appello indirizzata alla ministra del Lavoro, Elvira Calderone.

Queste parole giungono in occasione dell’inizio di un corso sulla salute e sicurezza sul lavoro. Mattarella sottolinea l’importanza dei diritti al lavoro e alla salute come pilastri fondamentali della Repubblica. Purtroppo, secondo il Presidente, il nostro Paese non sta facendo abbastanza per proteggere i lavoratori, come evidenziato dalle recenti tragedie, come quella di Brandizzo.

Mattarella ribadisce che la cultura della sicurezza deve diventare pervasiva in tutte le istituzioni e luoghi di lavoro. Ogni morte sul lavoro rappresenta una ferita profonda non solo per le famiglie delle vittime, ma per l’intera società.

“Il nostro Paese – scrive il Capod ello Stato – “colloca il diritto al lavoro e il diritto alla salute tra i principi fondanti della Repubblica. Non è tollerabile perdere una lavoratrice o un lavoratore a causa della disapplicazione delle norme che ne dovrebbero garantire la sicurezza sul lavoro”. E qui arriva un riferimento diretto alle tragedie recenti, a partire dalla strage sui binari di Brandizzo: “I morti di queste settimane ci dicono che quello che stiamo facendo non è abbastanza – aggiunge Mattarella -. La cultura della sicurezza deve permeare le Istituzioni, le parti sociali, i luoghi di lavoro”, perché, viene sottolineato, “le morti sul lavoro feriscono il nostro animo. Feriscono le persone nel valore massimo dell’esistenza, il diritto alla vita. Feriscono le loro famiglie. Feriscono la società nella sua interezza”.

“Agli ispettori tecnici iscritti al corso spetta un ruolo attivo in questo processo di garanzia e di prevenzione: “Faccio appello alle vostre intelligenze e al vostro impegno per contrastare una deriva che causa troppe vittime. Anche da voi e dalla vostra attività dipende la vita di madri, padri, figli, lavoratrici e lavoratori che, finito il proprio turno, hanno il diritto di poter tornare alle loro famiglie”.

 

 

 

 

18/05/2024 

Sport

Trionfo del Piemontese Ganna al Giro d’Italia: supera nella Cronometro anche il campione Pogacar

Trionfo di Filippo Ganna al Giro d’Italia: supera nella Cronometro anche il campione Pogacar Filippo Ganna […]

leggi tutto...

18/05/2024 

Territorio

Piemonte – Furto da record di 15 mila kg di crostacei e pesce – Sessantenne in carcere

Piemonte – Furto da record di 15 mila kg di crostacei e pesce – Sessantenne in […]

leggi tutto...

18/05/2024 

Territorio

Vergogna nel Torinese – Asportata milza ad una donna pestata selvaggiamente dal compagno

Vergogna nel Torinese – Asportata milza ad una donna pestata selvaggiamente dal compagno Un grave episodio […]

leggi tutto...

18/05/2024 

Cronaca

Tragedia in Piemonte – Bimbo di 5 anni sbranato da pitbull dei suoi genitori

Tragedia in Piemonte – Bimbo di 5 anni sbranato da pitbull dei suoi genitori Tragedia in […]

leggi tutto...

18/05/2024 

A Torino la Maratona Reale “Tuttadritta”: domenica tante strade chiuse. Tutte le modifiche alla viabilità

A Torino la Maratona Reale “Tuttadritta”: domenica tante strade chiuse. La manifestazione domenica 19 Maggio  sportiva […]

leggi tutto...

17/05/2024 

Sport

Allegri esonerato dalla Juventus – Ora è ufficiale: l’annuncio

Allegri esonerato dalla Juventus – Ora è ufficiale Dopo una riflessione durata alcune ore, la Juventus […]

leggi tutto...