Chirurgo plastico girava in Lamborghini e si dichiarava ‘nullatenente’ – Ha evaso 2 milioni di euro

15/05/2019

CONDIVIDI

Il chirurgo plastico era il titolare di diversi studi medici nel Nord Italia

La sua ‘strategia’ era presentare raramente la dichiarazione dei redditi. E quando lo faceva dichiarava di essere senza un soldo, con entrate esigue o addirittura in perdita.
In realtà il chirurgo plastico, operante nel Torinese, faceva la ‘bella vita’, con un tenore di vita altissimo, l’esatto opposto di quanto dichiarava al fisco
Aveva ben due Lamborghini ed era proprietario di una lussuosa tenuta di campagna nel torinese, con tanto di vigneti.

La Guardia di Finanza di Torino, in seguito alle indagini, ha accertato un’evasione fiscale di circa due milioni di euro da parte dell’uomo, denunciato per reati tributari.

Il chirurgo plastico aveva una residenza fittizia all’estero ed era il titolare di diversi studi medici nel Nord Italia. Come se non bastasse era anche consulente di rinomate strutture sanitarie.
Le sue parcelle non erano certamente a basso costo: andavano dai 200 euro ai 5 mila, ovviamente in nero.
Il Tribunale di Torino ha disposto nei suoi confronti il sequestro dei beni a futura garanzia per il danno causato alla comunità.
Sequestrate le due Lamborghini, la tenuta in campagna, ma anche diversi appartamenti a Torino, uno chalet di montagna e le somme rinvenute sui diversi conti correnti.

Leggi anche

27/05/2020

A Torino è allarme Amnèsia: la nuova droga, sembra marijuana ma ha gli effetti dell’eroina

Si sta diffondendo anche a Torino e nel Torinese la nuova droga chiamata ‘Amnesia’,  venduta come […]

leggi tutto...

27/05/2020

Frecce Tricolori a Torino: Il Video speciale, girato dall’Aeronautica – Uno spettacolo sopra la Mole

In occasione delle celebrazioni per il 74° anniversario della proclamazione della Repubblica, le Frecce stanno effettuando […]

leggi tutto...

27/05/2020

Il Piemonte riaprirà i confini il 3 Giugno? La decisione dopo i dati sul contagio di domani

Per la riapertura dei confini e la possibilità di spostamenti fra le regioni italiane si attende […]

leggi tutto...