Fanno razzìa di attrezzature mediche al Mauriziano e le rivendono a negozi di oggetti usati

15/03/2019

CONDIVIDI

gli investigatori hanno individuato i due ladri

Il personale del Commissariato San Secondo, nei giorni scorsi, ha indagato in stato di libertà per furto aggravato in concorso un cittadino italiano trentottenne ed una cittadina italiana cinquantunenne, entrambi con pregiudizi di polizia, per il furto di numerose attrezzature mediche di ingente valore dal reparto di Radiologia dell’ospedale Mauriziano di Torino.

A seguito di specifici servizi, e grazie alcune registrazioni estrapolate dal sistema di video sorveglianza, gli investigatori hanno individuato, l’8 marzo scorso, due persone che sostavano all’interno del reparto dopo l’orario di chiusura, le cui fattezze erano corrispondenti ad una coppia ripresa dalle telecamere all’interno del reparto nei giorni e negli orari in cui erano stati commessi i furti.
Nel corso della perquisizioni domiciliari effettuate a carico dei due sospettati, gli agenti hanno ritrovato parte del materiale rubato. Ritenendo che la restante refurtiva potesse essere stata ricettata, gli investigatori si sono recati presso un negozio di via Sacchi, specializzato nella vendita di oggetti usati, trovando un’apparecchiatura medica e un misuratore digitale della pressione arteriosa, sottratti dal reparto di radiologia dell’ospedale e ceduti proprio dalla donna all’ignaro titolare del negozio.
Il valore complessivo della refurtiva sottratta supera i 30 mila euro.

Leggi anche

18/09/2020

Torino – Folle moldavo aggredisce i poliziotti a colpi di arti marziali. Arrestato

E’ domenica sera e un cittadino italiano 46enne ha una piccola discussione sotto casa, nel quartiere […]

leggi tutto...

18/09/2020

Piemonte – Scontro sulla pillola abortiva, Ordine dei medici contro Cirio: “Rispetti le linee del Ministero”

Il presidente dell’Ordine dei Medici di Torino, Guido Giustetto si è rivolto al presidente della Regione […]

leggi tutto...

18/09/2020

Piemonte – Fingevano di accogliere migranti, poi si incassavano i rimborsi: truffa da 300mila euro

Sono stati scoperti dal Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza. Tre cooperative hanno […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy