Furti in serie di banda di nomadi a Torino – Colpivano nelle abitazioni

08/05/2019

CONDIVIDI

Gli agenti si sono lanciati in auto all'inseguimento dei fuggitivi

Pochi giorni fa era arrivata alla centrale del 112 NUE la segnalazione di un furto in atto in un appartamento in zona Lingotto, ad opera di quattro soggetti fuggiti poi a bordo di una Fiat Stilo di colore verde acqua.

Dopo qualche minuto, il personale della Squadra Volante notava una Fiat Stilo, anche essa color verde acqua, uscire da un parcheggio ed immettersi a tutta velocità in via Cuneo. Gli agenti, richiesto il supporto di altri operatori, si lanciavano all’inseguimento dell’auto, che imboccava via Bra a velocità sostenuta, continuando la sua corsa in Corso Vercelli, ove veniva definitivamente raggiunta e fermata. Gli operatori bloccavano immediatamente il tentativo di fuga dei malfattori, che opponevano una vivace resistenza all’arresto.
Si tratta di 4 cittadini rom, di età compresa fra i 20 e i 43 anni, tutti domiciliati nel campo nomadi di strada della Berlia.

A seguito della perquisizione effettuata nell’auto e nei confronti dei fermati, sono stati rinvenuti e sequestrati a carico di ignoti;

1 pregiato servizio di porcellana di 39 pezzi;

1 orologio di color bianco Baume e Mercier;

1 braccialetto in oro con perline color corallo;

1 orecchino pendente con cuoricino in oro giallo;

un orologio marca Nautica.

Altri oggetti in oro e monili venivano invece riconosciuti dai legittimi proprietari, ed a loro subito riconsegnati; a loro gli investigatori risalivano mediante la segnalazione del furto in atto arrivata al 112 NUE da parte dei condomini dello stabile.

Inoltre, nell’autovettura dei nomadi sono stati trovati 4 paia di guanti da lavoro ed un collare in stoffa tipo passamontagna.

I quattro i cittadini stranieri, con a carico numerosi precedenti di polizia, sono stati tutti arrestati per furto aggravato in concorso fra loro e denunciati per ricettazione; a carico di uno, di 39 anni, che ha mostrato agli operatori una patente di guida croata falsificata, è emerso sotto il vero nome anche un ordine di carcerazione. Pertanto, è stato anche denunciato per false dichiarazioni sull’identità personale e possesso di documenti di identificazioni falsi.

Leggi anche

26/05/2020

Coronavirus- Da domani test sierologico per 8mila Piemontesi: l’indagine del Ministero della Salute

Da domani mercoledì 27 Maggio, 8099 piemontesi si sottoporranno ai test sierologici.  Si tratta di un’indagine […]

leggi tutto...

26/05/2020

Piemonte, 86 nuovi contagi – Un quinto di quelli registrati in Italia

Il Piemonte ha avuto nelle ultime ore 86 nuovi casi di coronavirus, poco più del 20% […]

leggi tutto...

26/05/2020

Museo Egizio: apertura speciale gratuita – Un regalo ai Torinesi e non solo

Il Museo Egizio festeggia la riapertura con una serie di offerte e un giorno speciale a […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy