20/11/2020

Territorio

Piemonte – Mancano vaccini antinfluenzali in farmacia e ai medici “La colpa è della Regione”, nuovo attacco a Icardi

CONDIVIDI

“Se il vaccino antinfluenzale manca nelle farmacie, dev’essere chiaro che la Regione non c’entra” – sono state le parole dell’assessore Icardi, dopo le polemiche degli ultimi giorni. L’assessore alla Sanità del Piemonte ha aggiunto:
“Sono le farmacie a dover pensare al loro approvvigionamento, com’è sempre avvenuto e capisco le loro difficoltà, in questo momento, a reperire le dosi sul mercato. Motivo per cui, eccezionalmente, quest’anno le Regioni hanno messo a disposizione delle farmacie la quota dell’1,5 per cento delle loro dosi, come previsto dallo specifico accordo raggiunto in sede di Conferenza delle Regioni. Per il Piemonte vuol dire 16.500 dosi che da oggi sono in distribuzione alle farmacie, a disposizione del pubblico. Al momento non possiamo fare di più, perché in primo luogo il nostro dovere è di provvedere alla vaccinazione gratuita delle persone ultrasessantenni e appartenenti alle categorie a rischio».

Ma le sue dichiarazioni hanno scatenato la reazione dell’opposizione: Alessandro Avramo, Gruppo Misto di Maggioranza e farmacista di professione, ha replicato:
“È proprio un colpo basso constatare che l’Assessore regionale alla sanità Icardi, colpevolizza la nostra categoria come da tempo sta facendo nei suoi comunicati stampa.

“I vaccini antinfluenzali mancano ai medici e in farmacia, non da oggi– prosegue Avramo, che aggiunge: “Si informi meglio sulle modalità di approvvigionamento che abbiamo, noi siamo sempre stati capaci a gestire le prenotazioni di qualsiasi prodotto nel momento in cui ce lo si lasci fare. I vaccini sono sempre stati prenotati per tempo dalle più grandi aziende del settore e si sono sempre trovati, sempre. Perché quest’anno non si trovano? Le Regioni hanno deciso di fare da sé e hanno lasciato una percentuale irrisoria (l’1,5%!!!) di vaccini alle farmacie. Queste poche dosi, a stima 10 per farmacia a livello nazionale, nessuno sa al momento dove siano, nè chi le possa consegnare.

Quindi, conclude Alessandro Avramo:

“La nostra categoria è da sempre impegnata tutti i giorni sul territorio, pancia a terra, anche nei momenti bui come questo non è mai venuta meno…porta aperta alla cittadinanza per qualsiasi esigenza.
Trovo veramente meschino attaccarci, dovremmo collaborare. Occupare certe importanti posizioni necessita di capacità, competenza e conoscenza”.

23/11/2020 

Cronaca

Torino: getta a terra una donna e la rapina -Rider interviene e blocca il delinquente

Sono le 22.30 di mercoledì sera e una donna sta rincasando, dopo il lavoro. Pochi metri […]

leggi tutto...

23/11/2020 

Territorio

Emergenza Covid a Torino – Nuova proroga alla Ztl centrale, le Info

Il Comune di Torino comunica la decisione di un nuova proroga per il provvedimento di sospensione […]

leggi tutto...

23/11/2020 

Cronaca

Caos anagrafe a Torino – Migliaia di pratiche arretrate “Riaperture a rilento, necessario intervenire”

Era di fine giugno la notizia degli arretrati accumulati dagli Uffici anagrafici pari ad un totale […]

leggi tutto...

23/11/2020 

Cronaca

Torino – Positivo al Covid, esce dall’ospedale e passeggia tranquillamente in strada: “Mi annoiavo”, denunciato

Era positivo al Coronavirus e si trovava in isolamento fiduciario presso un Covid Hospital. Ma è […]

leggi tutto...

23/11/2020 

Eventi

Bella notizia per Torino, la città ospiterà le finali di Nations League: ricadute economiche in arrivo

La notizia era nell’aria, e questa mattina è arrivato l’annuncio ufficiale della sindaca Chiara Appendino. “Iniziamo […]

leggi tutto...

23/11/2020 

Cronaca

Addio a Carlo Ausino – Regista del cult ‘Torino violenta’, amato da Quentin Tarantino

Si è spento a Torino il regista Carlo Ausino. La notizi della scomparsa a 82 anni […]

leggi tutto...

Si è spento a Torino il regista Carlo Ausino

made with by dsweb.lab | Privacy Policy