Qui vive un ebreo” – La scritta terrificante sulla casa di un’ex deportata piemontese

25/01/2020

CONDIVIDI

Una scritta terrificante, che ricorda gli orrori nazisti, è comparsa questa notte sulla porta di casa di Aldo Rolfi, figlio di Lidia, partigiana deportata a Ravensbruck nel 1944.
“Juden hier”, “qui ci sono ebrei”. La scritta riecheggia il messaggio che compariva nelle città tedesche ed è stato scritto sulla porta della casa dove la donna ha vissuto sino alla morte, nel 1996, a Mondovì, in provincia di Cuneo.

L’episodio è stato denunciato ai carabinieri dai proprietari dell’abitazione. Lidia Beccaria Rolfi, partigiana, lavorò per l’Istituto Storico per la Resistenza di Cuneo e per l’Associazione nazionale ex deportati.
E’ di 40 anni fa la sua opera ‘Le donne di Ravensbrück’, primo libro scritto in italiano sulla deportazione femminile nei campi di concentramento della Germania nazista.

Nel 1997 uscì il saggio ‘Il futuro spezzato’, che ha come tema l’infanzia durante la dittatura. Il libro ha l’introduzione di Primo Levi.
L’episodio spregevole di questa notte ha visto una condanna pressoché unanime.
Per Noemi Di Segni, presidente dell’Unione delle comunita’ ebraiche italiane, quanto accaduto “e’ l’evidenza dell’avvitamento che si registra su questi fatti, e’ un altro atto che genera quel senso di indecisione. Il nostro tormento oggi e’ proprio l’indecisione nel decifrare, da parte di tanti, questi gesti: quanto si sta prima o dopo quel filo rosso, quel confine, dell’allarme”.
“‘Qui c’e’ un ebreo’. Scritto con la vernice nera sulla casa del figlio di una deportata. Che ignominia. Vergogna”, ha scritto il Presidente dell’Europarlamento, David Sassoli.

Leggi anche

30/03/2020

Petrarulo: “Riaprire subito a Torino l’ospedale Maria Adelaide – L’emergenza è senza precedenti”

Nel territorio cittadino sono crescenti le difficoltà delle strutture sanitarie in funzione, vicine ormai alla saturazione […]

leggi tutto...

30/03/2020

Cirio al Governo: “Embraco riparta e produca mascherine e respiratori”

Nel futuro immediato i lavoratori dell’ex Embraco di Riva presso Chieri potrebbero fabbricare respiratori, mascherine e […]

leggi tutto...

30/03/2020

Federconsumatori all’attacco dei negozi: “Prezzi ritoccati al rialzo, atteggiamento ingiustificabile”

L’allarme è stato lanciato da Federconsumatori che mette nel mirino i prezzi aumentati immotivatamente nei supermercati […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy