20/11/2020

Territorio

Torino – Apre ‘Green Pea’, il colosso rivoluzionario dove si vende di tutto, dal cibo all’energia ‘pulita’

CONDIVIDI

Sarà inaugurato a Torino, accanto a Eataly, il nuovo punto vendita ‘rivoluzionario’ della catena Green Pea.

La data dell’inaugurazione è fissata per il prossimo 8 Dicembre: Green Pea porterà a Torino 200 nuovi posti di lavoro.

Green Pea è la nuova creatura di Oscar Farinetti: si tratta di un innovativo department store di 15.000 metri quadrati sviluppati su cinque piani nell’area ex stabilimento Carpano a Torino.

“Il primo green retail park al mondo” – ha spiegato Francesco Farinetti, Ceo di Green Pea è il Ceo: “il building è ecosostenibile, seguendo la filosofia del second life, l’edificio è costruito con materiali riciclabili (acciaio, ferro e vetro, ndr) ed è completamente smontabile. L’esterno è rivestito di legno – prosegue Farinetti – “recuperato dalle foreste armoniche distrutte dal ciclone Vaia sulle Dolomiti venete, l’interno illuminato e riscaldato solo con energie rinnovabili (con una pavimentazione che genera energia dalla forza dei nostri passi), dotato di un sistema di recupero dell’acqua piovana».

All’interno  del punto vendita si può comprare veramente di tutto: energia per il consumo domestico (eolica e solare), vetture elettriche e ibride, arredamento Made in Italy di design, abbigliamento fashion ( anch’esso Made in Italy e ovviamente all’insegna del ‘green’: abiti in fibre naturali, plastiche riciclate e tessuti colorati con erbe, fiori e piante).
E ancora prodotti di bellezza bio e libri sul tema.

Sul tetto saranno allestiti un cocktail bar, una piscina, una sauna e un bagno turco,

Ci sarà spazio per la ristorazione e il food & beverage. Il ristorante sarà un bistrot: ‘100 Vini e Affini’, dove si  potrà sorseggiare un caffè (bio) oppure fare uno spuntino.

Così ha spiegato Francesco Farinetti
“Da un format ripreso da Fontanafredda, il bistrot sarà gestito da Davide Pinto di Affini. Il focus sarà sull’importanza dell’acqua, anche da un punto di vista nutrizionale”.
Sul menu: birre Baladin, carne de La Granda, acqua Lurisia, caffè Vergnano.

E inoltre:«Bio sarà anche il gelato, fatto con il latte La Granda, la proposta sarà di cucina sarà 50% vegetariana, ma sicuramente ci saranno piatti per onnivori, immancabili come la battuta al coltello con carne La Granda, proveniente da allevamenti a filiera controllata, a partire dal prato!»

17/01/2021 

Sport

Cairo caccia Giampaolo – Per salvare il Toro arriva Davide Nicola

Dopo l’ennesimo passo falso in campionato (mesto pareggio in casa 0-0 contro lo Spezia, ridotto in […]

leggi tutto...

17/01/2021 

Lavoro

Lavoro – Intesa Sanpaolo: 3500 nuove assunzioni “Al via piano di ricambio generazionale”

3500 nuove assunzioni a Intesa Sanpaolo: il gruppo bancario comunica il piano che comporterà ulteriori mille […]

leggi tutto...

17/01/2021 

Territorio

Da Torino il camion di aiuti alimentari per i terremotati in Croazia: importante azione di solidarietà

È partito dal capoluogo piemontese il furgone colmo  di aiuti alimentari e sanitari, raccolti dall’associazione di […]

leggi tutto...

17/01/2021 

Cronaca

A Sestriere si radunano in massa in discoteca per festeggiare l’addio alla Zona Gialla – Tutti multati, discoteca chiusa

Una festa in piena regola in discoteca, con centinaia di ragazzi  presenti e balli anche sui […]

leggi tutto...

16/01/2021 

Territorio

Piemonte – Arrivano anche i cani anti-Covid “Progetto unico in Italia”: di cosa si tratta

«E’ un progetto pilota unico in Italia che sosteniamo con entusiasmo e convinzione fin dall’inizio con […]

leggi tutto...

16/01/2021 

Economia

L’eporediese Fabio Vaccarono nominato vice president di Google

Fabio Vaccarono, nato in provincia di Torino, a Ivrea, è stato nominato vice president di Google. […]

leggi tutto...

Il manager,  49 anni, resta inoltre Ceo di Google in Italia