16/11/2023

Territorio

Torino – Ecco le migliori pasticcerie secondo il Gambero Rosso: è uscita la Guida: “Il Piemonte eccelle in Italia”

CONDIVIDI

Torino – Le migliori pasticcerie secondo il Gambero Rosso: è uscita la Guida 2024: “Il Piemonte eccelle in Italia”

La Guida Pasticceri e Pasticcerie d’Italia 2024, realizzata in collaborazione con Club Kavè, presenta la ricchezza della tradizione dolciaria italiana, evidenziando l’evoluzione delle specialità e l’importanza crescente di aspetti come gusto, salute e sostenibilità.

La tredicesima edizione della guida include 650 insegne in tutta Italia, con 60 nuove aggiunte.

Regioni come Piemonte, Lombardia, Veneto, Campania e Sicilia spiccano, offrendo una varietà di dolci dalla cioccolateria all’alta pasticceria.

I premi speciali includono il riconoscimento a Iginio Massari come pasticcere d’eccellenza, mentre la Pasticceria Veneto a Brescia si conferma la migliore in Italia da mezzo secolo. Il Piemonte si distingue con 55 insegne, tra cui tre che ricevono il massimo punteggio di Tre Torte: Dalmasso ad Avigliana (TO), Piccola Pasticceria a Casale Monferrato (AL) e Fabrizio Galla a San Sebastiano Da Po (TO).

La Guida assegna premi speciali anche a nuove realtà emergenti come Costè a Borgo San Dalmazzo (CN) e Tisti – Pasticceria & Tea Room a Domodossola (VB). I due pastry chef dell’anno sono Manuel Costardi e Chiara Patracchini, entrambi riconosciuti per la loro creatività e maestria nella pasticceria.

L’eccellenza piemontese

“Ottimo il palmares del Piemonte – scrive il Gambero Rosso – ” che si distingue come sempre per la sua eccellenza nella cioccolateria e nell’alta e altissima pasticceria con 55 insegne. Sono 3 le insegne premiate con il massimo del punteggio ossia le Tre Torte, tutte nelle province di Torino e Alessandria”:

Ecco le menzioni speciali del Gambero Rosso

“Dalmasso ad Avigliana (TO)
Maniacale cura del dettaglio, le migliori materie prime, qualità assoluta. È questo il credo di Alessandro Dalmasso, figlio d’arte, una carriera iniziata da giovanissimo e costellata di premi. Innamorato del Giappone, nella sua pasticceria mixa perfettamente tradizione e innovazione. Dal 2016 è Presidente per l’Italia del Club Coupe du Monde de la Pâtisserie. Dai lievitati alle torte, ogni suo prodotto è un piccolo capolavoro di gusto ed estetica. Le croissanteries, il panettone in varie declinazioni, il dolce della Befana, tutto imperdibile. Il posto d’onore spetta però ai piccoli pasticcini piemontesi, preziosi come gioielli, alle bignoline e alle strepitose torte, con l’ultima novità la carta “Giro del mondo delle torte”: ogni mese una torta tipica, seguendo stagionalità ed estro.

 

Piccola Pasticceria a Casale Monferrato (AL)
È una solida alleanza nippo-piemontese quella tra Angelina Cerullo e Yumiko Saimura, da oltre 15 anni l’anima di un vero e proprio atelier della pasticceria. Le loro creazioni sono un fulgido esempio di alta artigianalità, con il cioccolato a livelli stratosferici, pluripremiato in competizioni internazionali. Lavorato con grande maestria ed estro, è il primo attore della proposta, nelle strabilianti praline e nei dolci maison. Ogni creazione sorprende per costruzione e raffinatezza, tutto è realizzato in proprio da eccellenti materie prime. Tra le novità la torta Perù (con pregiato cioccolato albino monorigine) e la Atzeca (combinazione di cioccolato profumato al caffè, albicocche e more). Delizioso il pasticcino Amalfi (biscuit al limone, crema al cioccolato e limoni canditi) e il Cremoso con pan di Spagna al puro cioccolato.

 

Fabrizio Galla a San Sebastiano Da Po (TO)
Una passione per la pasticceria nata da bambino, grazie allo zio panettiere che lo porta a grandi successi, dalla Coppa del Mondo di Pasticceria nel 2007 alla consacrazione nei Relais Desserts International con al suo fianco Federica Russo, compagna di vita e di lavoro. San Sebastiano Po rimane il suo quartier generale ma il progetto si è ampliato con corner da Eataly a Torino e Milano. Torta top rimane la famosa Jessica, con cui ha vinto la Coppa del Mondo, proposta anche in monoporzione (e confezionata in una scatola-origami). I pasticcini spesso ripropongono dessert classici, ma anche una squisita pastiera mignon cotta al vapore. Molto ricca l’offerta di croissanterie, poi cioccolatini, praline e creme da spalmare (la più nuova la Crema Mediterranea al pistacchio).

 

I Premi Speciali:

 

Pasticcere Emergente, Premio Petra Molino Quaglia: Costè a Borgo San Dalmazzo (CN)
Costè sta per Corinne Tammaro e Stefano Lo Jacono, due under30 che si sono incontrati ad Alma e dopo esperienze importanti hanno aperto nel 2022 questa insegna dove offrono una pasticceria che guarda con occhio moderno ai grandi classici della tradizione francese, meridionale e piemontese. Costè colpisce per la varietà della sua offerta, in equilibrio tra tradizione e modernità, raffinata nelle preparazioni e molto curata nell’estetica. I dolci da colazione accontentano tutti i gusti, tra maritozzi con panna, pain suisse e au chocolat, leggeri croissant e sfoglie con crema e frutta. Bella la parata di pasticceria secca, mignon e salati e imperdibili monoporzioni.

 

Novità dell’anno, sponsor FB Gruppo Clabo: Tisti – Pasticceria &Tea Room, a Domodossola (VB)
Classe 1993, Fabio Tisti da Domodossola si forma alla scuola di panetteria e pasticceria di Gravellona Toce. A 17 anni fa la prima esperienza al ristorante La Casa degli Spiriti sul Lago di Garda, poi a Brusaporto dai fratelli Cerea quindi un lungo periodo all’estero fra cui esperienze nel gruppo di Alain Ducasse. A gennaio 2022, con l’amico di sempre Davide Anchisi, apre il suo locale, raccolto ma curato in ogni dettaglio, che ben riflette lo stile della sua pasticceria, contemporanea e raffinata. Nel laboratorio (a vista) si lavora con grande precisione ed estro, e la scelta è quella di accostare nei dolci pochi scelti ingredienti (a Km 0 e Km buono) e dosare al minimo lo zucchero. Obiettivo centrato, sia nei dolci classici che in quelli innovativi, da India e Giappone (finanziera al pepe nero con bavarese alla fragola e gel allo yuzu) a Inverno d’estate. Da applausi veneziane, pain au chocolat e croissant, anche intrecciati o in forma di fiore con lamponi e lime. Ottimi i gelati e i grandi lievitati.

 

I due Pastry Chef:

Manuel Costardi, Da Christian e Manuel dell’Hotel Cinzia a Vercelli
Cresciuto insieme al fratello Christian nelle cucine del ristorante dell’hotel fondato dai nonni, Manuel ama definirsi cuoco dolce più che pastry chef. Non parla di dessert ma di piatti da fine pasto, non a caso dichiara di utilizzare nelle sue creazioni molta parte della cucina perché c’è una scala di sale che riesce a creare equilibri. Dotato di grande creatività cerca sempre di stupire l’ospite con mix intriganti e insoliti come nel caso della crème supreme di piccione, ciliegie e cioccolato. Dalla passione e l’amore per il Giappone nasce Kakigori- fior di fragola gelato/ghiacciolo in stecco realizzato con la kakigori machine e sono invece frutto invece dell’amore per le proprie radici la NON Tartufata e Risaia d’Inverno.

 

Chiara Patracchini, La Credenza San Maurizio Canavese (TO)
Ha cominciato a lavorare a La Credenza nel 2000 prima ancora di conseguire il diploma alberghiero. Sempre attenta a dar vita a ricette digeribili e leggere, con il passare del tempo la consapevolezza della necessità di tutelare il pianeta l’ha portata a rispettare la stagionalità e a utilizzare il più possibile verdure da coltivazioni biologiche. Uno stimolo per studiare abbinamenti insoliti e varcare nuove frontiere del gusto mixando ingredienti tradizionali della pasticceria e vegetali. Niente meglio di Labirinto sintetizza la nuova filosofia: mele tagliate a sfoglia sottile immerse nel centrifugato di prezzemolo (noto per le sue proprietà antiossidanti), il tutto rifinito con una mousse al cioccolato bianco sorbetto di mela, fave tonka e noci brasiliane croccanti”.

 

 

 

 

18/07/2024 

Territorio

Da Torino a Capo Nord in bici – Parte dalla città della Mole l’impresa in difesa dell’Ambiente

Da Torino a Capo Nord in bici – Parte  l’impresa in difesa dell’Ambiente È partito questa […]

leggi tutto...

18/07/2024 

Territorio

Torino – Importante riconoscimento per De Russis, docente del Politecnico: eletto “Executive Vice-President” di ACM SIGCHI

Torino – Importante riconoscimento per De Russis, docente del Politecnico: eletto “Executive Vice-President” di ACM SIGCHI […]

leggi tutto...

18/07/2024 

Economia

L’INPS spende più di quanto incassa: fra qualche decennio più di 1 italiano su 3 sarà senza pensione – Ecco le soluzioni

L’INPS spende più di quanto incassa: fra qualche decennio più di 1 italiano su 3 sarà […]

leggi tutto...

18/07/2024 

Territorio

Alle porte di Torino torna la “Sagra dell’Agnolotto” – Delizie e versioni “strepitose” del piatto piemontese

Alle porte di Torino torna l’attesa Sagra dell’Agnolotto – Delizie e versioni “strepitose” del nostro piatto […]

leggi tutto...

18/07/2024 

Sport

Leo Borg, figlio della leggenda Bjorn, vince il suo primo match ATP a 20 anni – Seguirà le orme del padre?

Leo Borg, figlio della leggenda Bjorn, vince il suo primo match ATP – Seguirà le orme […]

leggi tutto...

18/07/2024 

Territorio

Tragedia in Piemonte- Bimba di 7 anni scompare nel Bioparco: trovata annegata nel lago

Tragedia n Piemonte- Bambina di 7 anni scompare nel Bioparco: trovata annegata Nel pomeriggio di ieri, […]

leggi tutto...